Boxe, Europei femminili 2016: l’Italia alla ricerca di nuove protagoniste

Boxe-Valentina-Alberti-Corriere-di-Bologna.jpg

Dal 16 al 24 novembre, Sofia ospiterà i Campionati Europei di boxe femminile 2016. Se le convocate azzurre per la rassegna continentale non sono ancora state rese note, i nomi presenti ai recenti training camp indetti dall’head coach delle nazionali femminili, Emanuele Renzini, per preparare la competizione lasciano intuire la direzione che dovrebbe prendere la spedizione azzurra.

La prima considerazione fa fare è che tra le partecipanti ai training camp non c’è traccia delle due grandi protagoniste del 2016 della boxe femminile italiana. Stiamo naturalmente parlando di Irma Testa, prima donna azzurra qualificata alle Olimpiadi, e di Alessia Mesiano, che si è laureata campionessa mondiale qualche mese prima. A Sofia, dunque, Renzini spera di trovare una nuova prima attrice da portare in zona medaglie.

Tra coloro che hanno recentemente ottenuto i risulati più convincenti ci sono Diletta Cipollone (54 kg), Carmela Donniacuo (60 kg), Valentina Alberti (64 kg) e Monica Floridia (69 kg): ad eccezione di Donniacuo, che ha vissuto la propria ascesa soprattutto negli ultimi mesi, si tratta di tutte atlete che già hanno disputato competizioni importanti con la maglia della nazionale. Vederle brillare sarebbe un ottimo segno anche in vista del prossimo quadriennio olimpico, visto che l’AIBA sembra intenzionata ad allargare la partecipazione della boxe femminile per Tokyo 2020, aumentando le categorie da tre a cinque.

Un discorso a parte merita invece la veterana della squadra azzurra, quella Marzia Davide che, dopo aver perso la possibilità di partecipare alle Olimpiadi, non ha affatto appeso i guantoni al chiodo come ci si poteva aspettare. La trentaseienne salernitana andrà alla ricerca del suo quarto titolo continentale dopo quelli del 2003, del 2004 e del 2014, senza dimenticare il bronzo del 2009: è lei, infatti, la campionessa in carica dei pesi gallo, dopo l’incredibile oro vinto a Bucarest, a dieci anni di distanza dal precedente successo europeo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top