Boxe: Andrea Scarpa difende il titolo WBC Silver. Sul ring anche Giodi Scala

Boxe-Scarpa-vs-Davies.jpg

Dopo la sconfitta di Giovanni De Carolis contro Tyron Zeuge, che ha visto l’Italia perdere il suo unico campione mondiale in carica, il “leader” del pugilato professionistico nazionale è diventato Andrea Scarpa, se non altro perché il ventinovenne foggiano è l’attuale detentore del titolo WBC Silver dei pesi superleggeri, cintura conquistata nello scorso giugno grazie ad una splendida vittoria per KO tecnico ai danni del britannico John Wayne Hibbert.

Scarpa, che in carriera vanta venti vittorie e due sconfitte, entrambe risalenti ai suoi primi incontri da “pro”, è ora chiamato a difendere il suo titolo. Il pugile soprannominato Sugar Ray, richiamando grandi campioni del passato come Robinson e Leonard, tornerà sul ring il prossimo sabato 26 novembre alla Webley Arena di Londra, dove incrocerà i guantoni contro il padrone di casa Ohara Davies, ventiquattrenne imbattuto nei tredici incontri disputati. Con un eventuale successo, Scarpa potrebbe anche guadagnarsi la possibilità di sfidare il campione mondiale WBC-WBO della categoria, lo statunitense Terence Crawford, ammesso che quest’ultimo esca imbattuto dalla difesa con John Molina Jr, in programma a dicembre.

Intanto hanno fatto discutere le provocatorie dichiarazioni rilasciate da Davies a SkySports: “Ho conosciuto Scarpa a settembre in occasione della sfida Golovkin contro Brook a Londra. In quell’occasione il mio promoter Eddie Heran ha offerto all’italiano il match contro di me. Scarpa era seduto a bordo ring e gli sono passato davanti più volte. Sono convinto che fosse impaurito dalla mia presenza. Gli mando un messaggio: fa bene ad aver paura perché verrà a Londra per essere eliminato da me. Lo rimanderò a casa in fretta dopo il KO“.

Sempre sabato 26 novembre, salirà sul ring anche Giodi Scala, impegnato sul ring russo di Pjatigorsk contro il padrone di casa Vyacheslav Mirzaev. In palio ci sarà la cintura WBC International Silver dei pesi gallo, titolo lasciato vacante dal messicano Rodrigo Guerrero. Il ventiseienne laziale si presenterà al combattimento con uno score di dieci vittorie e due sconfitte all’attivo, mentre Mirzaev, nonostante i ventotto anni di età, ha combattuto solamente sette incontri da professionista, vincendoli tutti.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Andrea Scarpa (Facebook)

Lascia un commento

Top