Bob, Giuseppe Gibilisco: “Voglio le Olimpiadi di Pyeongchang. Proverò anche a fare il pilota…”

Gibilisco.jpg

La vita (nuova) incomincia a 37 anni. Giuseppe Gibilisco è un’icona dell’atletica italiana, ultimo azzurro a vincere un Mondiale nell’ormai lontano 2003, quando colse il titolo del salto con l’asta a Parigi con 5,90 metri (tutt’ora record nazionale).

Ritiratosi nel 2014, il siracusano da qualche settimana ha iniziato a dedicarsi a tempo pieno al bob, con l’obiettivo dichiarato di ricoprire il ruolo di frenatore alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang 2018.

Il siciliano è stato tesserato dallo storico Bob Club di Pieve di Cadore ed a fine novembre potrebbe fare il suo debutto in Coppa Europa a Koenigssee, in attesa di calcare la scena della Coppa del Mondo da gennaio. Inizialmente Gibilisco dovrebbe essere impegnato nel bob a 4.

L’ex astista ha spiegato la scelta di affrontare questa nuova sfida in un’intervista rilasciata al quotidiano l’Alto Adige: “Il merito è stato di Omar Sacco, oggi direttore tecnico del bob, ma da giovanissimo, quando l’ho conosciuto, protagonista dell’atletica. Ci siamo ritrovati, scambiati qualche idea e ora eccomi qui, pronto ad una nuova sfida. Ho l’agonismo nel sangue, amo mettermi in gioco e questa è una grande opportunità. E dove c’è un po’ di sana pazzia, io ci sono. Mi diverto dove c’è un po’ di estremo“.

Gibilisco non nasconde di aver fatto un pensierino anche al ruolo da pilota: “E’ venuto spontaneo pensare alla guida. Ma mi rendo conto che non è una cosa semplice guidare un mezzo a 130 km/h o più sul ghiaccio. Sarò solo frenatore, ma in futuro qualche prova ai comandi mi piacerebbe farla“.

L’azzurro vuol fortemente le Olimpiadi, dove non si accontenterebbe di un ruolo di comprimario: “L’obiettivo è quello di riuscire ad andare in Corea, affiancando così Olimpiadi estive ed invernali. Ma a Pyeongchang, se riuscirò ad andarci, non voglio fare la comparsa: in pista voglio giocarmela fino in fondo“.

federico.militello@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top