Biathlon, Ibu Cup: Gontier è sesta nella sprint di Beitostolen, Runggaldier si conferma 11esima

12274437_858861904231417_2046184211733999195_n.jpg

Foto: Serge Schwan


Oltre alla Coppa del Mondo, oggi è andata in scena la seconda giornata di gare sprint Beitostolen, valide per la IBU CUP: ottima prova di Nicole Gontier, dal momento che a valdostana, reduce da un 2016 completamente privo di soddisfazioni, ha mostrato confortanti segnali di crescita con una sesta posizione a 56″7 dalla vincitrice, la ceca Marketa Davidova. Peccato per i due errori in sequenza commessi nella seconda serie di tiro che hanno impedito a Nicole di lottare per il podio, ma i segnali positivi che i tecnici si aspettavano sono arrivati e adesso Gontier potrà guardare con fiducia alle prossime gare di Coppa del mondo che si svolgeranno in settimana a Oestersund.

Bene anche Alexia Runggaldier, che conferma l’undicesimo posto di venerdì nonostante i tre errori commessi, mentre sul podio sono salite a far compagnia alla Davidova le due tedesche Nadine Horchler e Denise Herrmann.

La classifica generale del torneo vede Herrmann in testa con 108 punti davanti a Horchler con 85 e Davidova con 77 a pari merito con Innerhofer. Runggaldier è settima con 60.

Ordine d’arrivo sprint femminile Ibu Cup Beitostoelen (Nor):
1. Marketa Davidova (Cze) 1 24’28″3
2. Nadine Horchler (Ger) 1 +3″6
3. Denise Herrmann (Ger) 3 +29″9
4. Iana Bondar (Ucr) 3 +31″7
5. Ekaterina Shumilova (Rus) 2 +52″5
6. Nicole Gontier (Ita) 2 +56″7
7. Rikke Andersen (Nor) 2 +1’04″3
8. Kristine Innerhofer (Aut) 4 +1’07″1
9. Thekla Brun-Lie (Nor) 2 +1’15″8
10. Mariya Kruchova (Ucr) 2 +1’26″3

11. Alexia Runggaldier (Ita) 3 +1’27″1

In mattinata è andata in scena anche la seconda sprint maschile di Beitostoelen; la gara è stata rinviata a domenica dopo il forte vento che ha impedito agli atleti di scendere in pista nella giornata di sabato. Sul gradino più alto del podio è salito Mastvey Eliseev che ha completato il percorso in 26’16″8 e un solo errore al tiro, alle sue spalle il connazionale Dmitruy Malyshko a 3″2 con un errore e il norvegese Henrik L’Abee-Lund a 1’15″9 con ben quattro errore. Thierry Chenal si è confermato il migliore azzurro ma stavolta non è riuscito a entrare in zona punti, concludendo la prova al 45simo posto, più attardati Luca Ghiglione, Luca Baretto, Saverio Zini e Andreas Plaickner. La classifica generale dopo due tappe vede al comando Eliseev con 92 punti davanti a Gjermundshaug con 86, terzo e Christiansen con 71.

Ordine d’arrivo sprint maschile Ibu Cup Beitostoelen (Nor):
1. Matvey Eliseev (Rus) 1 26’16″8
2. Dmitry Malyshko (Rus) 1 +3″2
3. Henrik L’Abee-Lund (Nor) 4 +1’15″9
4. Florian Graf (Ger) 1 + 1’18″9
5. Antonin Guigonnat (Fra) 1 +1’22″2
6. Vegard Gjermundshaug (Nor) 3 +1’28″0
7. Fredrik Roervik (Nor) 1 +1’40″0
8. Aleksander Fjeld Andersen (Nor) 2 +1’50″4
9. Semen Suchilov (Rus) 2 +1’51″2
10. Dzmitry Abasheu (Blr) 2 +1’55″4

45. Thierry Chenal (Ita) 4 +3’25″8
52. Luca Ghiglione (Ita) 2 +3’49″3
56. Luca Baretto (Ita) 3 +3’54″4
64. Saverio Zini (Ita) 5 +4’07″2
83. Andreas Plaickner (Ita) 6 +5’12″9

Foto e fonte: FISI (Serge Schwan)

nicolo.persico@oasport.it

 

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top