Biathlon, Coppa del Mondo Oestersund 2016: CAPOLAVORO WINDISCH! Italia terza nella staffetta mista!

DSC_0764-min.jpg

Partita la Coppa del Mondo 2016-2017 di biathlon. Questo pomeriggio si è svolta la staffetta mista, vinta dalla Norvegia su Germania e Italia. Gli azzurri hanno vinto in volata sulla Russia grazie ad una stratosferica volata di Dominik Windisch, capace di battere il russo Anton Shipulin.

Prima parte condotta bene dall’Italia con Lisa Vittozzi che, dopo il primo poligono, si ritrova 17esima, salvo poi recuperare abbondantemente fino all’ottava piazza: quattro ricariche utilizzate nelle due sessioni di tiro, in piedi e a terra. Al primo cambio, guidano gli USA, seguiti da Norvegia e Svezia. Indietro, invece, la Svizzera (quinta) che era partita benissimo con Selina Gasparin.

Con Dorothea Wierer, il gruppo azzurro si mantiene stabile: nono dopo il terzo poligono con una ricarica utilizzata, a 37” dalla capoclassifica Norvegia (con Birkeland). Recupera posizioni la Germania (quinta) con Laura Dahlmeier, che aveva chiuso la prima frazione in settima piazza. Al quarto poligono, in piedi, Wierer centra i cinque bersagli con rapidità e solidità, ricorrendo ad una sola ricarica. Recupera comunque la terza posizione, poi sugli sci risale fino alla prima, davanti a Svezia e Germania. Prestazione superlativa per l’altoatesina.

Per l’Italia, la terza frazione è affidata a Lukas Hofer che esce dalla quinta sessione di tiro egregiamente, ancora primo e senza aver utilizzato alcun proiettile supplementare. Bene la Norvegia con Ole Bjoerndalen (secondo) e la Germania con Benedikt Doll (terzo). Sugli sci, l’azzurro mantiene pressoché inalterati i distacchi ma nel tiro a terra sbaglia clamorosamente l’ultimo bersaglio, non centrandolo neppure con l’ausilio delle tre ricariche. Per lui, comunque, rientro in pista in terza posizione dopo un giro di penalità, con la Norvegia prima, seguita dalla Germania. Un errore che non ci sarebbe voluto, visto il vantaggio accumulato precedentemente da Wierer.

Quarta parte di gara in cui l’Italia schiera Dominik Windisch. La Norvegia continua a farla da padrona con Johannes T. Boe che domina sugli sci; restano secondi i teutonici con Arnd Pfeifer. Al poligono, il settimo e penultimo, Boe è quasi perfetto con una ricarica usata, così come l’azzurro Windisch; stabile anche la Germania. I distacchi nel terzetto di testa rimangono congelati fino all’entrata nell’ultima sessione di tiro. In piedi, l’atleta del bronzo olimpico di Sochi 2014 trova difficoltà ancora nell’ultimo bersaglio: viene scavalcato dalla Russia, abile con Anton Shipulin ad anticipare l’italiano, mentre il norvegese Boe è impressionante sia per precisione che rapidità. Vittoriosa la Norvegia col tempo finale di 1:10:57.1, davanti a Germania (+33.7) e Italia (+44.3): Windisch è stato strepitoso in pista recuperando tutto il terreno perso al poligono e sprintandola al traguardo sul russo Shipulin. Quinta la Francia, seguita da Svezia, Repubblica Ceca, Stati Uniti, Svizzera e Ucraina.

giuseppe.bernardi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Romeo Deganello

Lascia un commento

Top