Basket, NBA 2016/2017: risultati di martedì 29 novembre. Cadono Cavs e Spurs, Davis mostruoso distrugge i Lakers. Male gli Hornets di Belinelli

Schermata-2016-10-27-alle-07.11.04.png

Si sono disputate sei partite nella notte tra martedì e mercoledì valide per la regular season NBA, caratterizzate da tantissimi colpi di scena ed anche qualche finale inatteso che testimonia il grande equilibrio nella lega più spettacolare del pianeta.

Cadono i Cleveland Cavaliers di Lebron James, sconfitti per 118-101 dai Milwaukee Bucks al Bradley Center, con i padroni di casa che hanno potuto sfruttare la straordinaria prestazione di Giannis Antetokounmpo autore di 34 punti e 12 rimbalzi, mentre dall’altra parte non sono bastati i 42 punti complessivi del duo James-Irving, per evitare la terza disfatta stagionale. Termina la serie di nove successi consecutivi targati San Antonio Spurs, sorpresi tra le mura amiche dell’AT&T Center dagli Orlando Magic, protagonisti di un eccezionale prova corale testimoniata dai cinque giocatori mandati in doppia cifra. Gli Speroni hanno invece pagato la pessima serata di Tony Parker e Pau Gasol, i quali hanno chiuso rispettivamente a quota 2 e 6 punti con orrende percentuali al tiro. Non sorridono nemmeno gli Charlotte Hornets di Marco Belinelli costretti a lasciare il passo ai Detroit Pistons per 112-89, anche se c’è da rimarcare il carattere dimostrato dall’azzurro che ha realizzato 11 punti in 24 minuti di impiego sul parquet. 41 punti e 16 rimbalzi di un Anthony Davis a dir poco mostruoso trascinano i New Orleans Pelicans alla vittoria contro i Los Angeles Lakers, rivelatisi impotenti di fronte ad un campione che ha letteralmente incendiato la retina tirando con il 52% dal campo, senza dimenticare l’ottima cooperazione offerta dal compagno Jrue Holiday. Finale pazzesco quello tra Los Angeles Clippers e Brooklyn Nets al Barclays Center di New York, visto che sono stati necessari ben due overtime per assegnare il trionfo ai padroni di casa sospinti dai 38 punti e 14 rimbalzi di un ispiratissimo Sean Kilpatrick. Gli Utah Jazz, infine, piazzano il colpo grosso e mandano al tappeto gli Houston Rockets al termine di un match dominato dall’inizio alla fine, arginando nel migliore dei modi un James Harden che è comunque riuscito nell’impresa di mettere a referto 26 punti (8/23). Ecco il quadro completo dei risultati della notte.

Detroit Pistons – Charlotte Hornets 112-89

Los Angeles Clippers – Brooklyn Nets 122-127 (2 OT)

Cleveland Cavaliers – Milwaukee Bucks 101-118

Los Angeles Lakers – New Orleans Pelicans 88-105

Orlando Magic – San Antonio Spurs 95-83

Houston Rockets – Utah Jazz 101-120

 

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top