Basket, gli italiani impegnati all’estero: Gallinari bene in NBA, Melli certezza in Germania

basket-belinelli-gallinari-italia-croazia-credit-ciamillo-archivio-fip.jpg

Prime settimane di NBA per Marco Belinelli e Danilo Gallinari. Il primo ha cominciato una nuova avventura cestistica in America con la maglia degli Charlotte Hornets, dopo un anno difficile ai Sacramento Kings. La squadra, che ha come proprietario Michael Jordan, ha iniziato bene, confermando di essere una candidata ai playoff nella Eastern Conferece. Il Beli parte sempre dalla panchina come sesto o settimo uomo e sta viaggiando a poco più di otto punti di media in quasi ventiquattro minuti di utilizzo a gara.

Discorso diverso sia come momento della squadra, sia come cifre per Gallinari. Denver ha un record negativo e ha ancora qualche difficoltà nella creazione di un gruppo che può lottare per i playoff. A differenza del Beli, per il Gallo sarà difficile giocare la post season, visto che la Western Conference è sicuramente più competitiva della Eastern. Danilo ha comunque mostrato di essere subito uno dei leader dei Nuggets, chiudendo le prime tre partite della stagione con sedici punti di media in quasi quaranta minuti giocati.

Dalla NBA si passa all’Eurolega e ai vari campionati europei dove ci sono molti giocatori azzurri impegnati. Purtroppo non sta giocando in questo momento Andrea Bargnani, che si è fatto male dopo il brillante esordio con la maglia del Baskonia. L’esperienza spagnola era cominciata sotto i migliori auspici, ma il lungo romano si è procurato un infortunio al gemello e sarà costretto a saltare anche la partita di Eurolega di questa settimana contro la Stella Rossa, dopo non aver disputato anche le due della scorsa settimana.

Sarà, invece, una settimana particolare per Nicolò Melli, che questa sera affronterà il suo passato. Infatti il Bamberg, capolista in Bundesliga, affronterà l’Olimpia Milano. Melli è sempre di più uno dei leader della squadra di Andrea Trinchieri, anche se a differenza del campionato in Eurolega qualche difficoltà di troppo c’è stata, come dimostra il record negativo di 1-3. Per Nicolò comunque delle ottime partite, che lo hanno portato ad avere più di dieci punti e sei rimbalzi di media a gara.

A proposito di leader, Gigi Datome lo è certamente nel fortissimo Fenerbahce. Il sardo ha saputo ritagliarsi fin dalla passata stagione un ruolo determinante nella squadra Campione di Turchia. Inizio di stagione che lo ha visto alzare subito al cielo un trofeo, la Supercoppa. Manca qualcosa nel rendimento in Eurolega dove i soli otto punti di media sono un po’ pochi per il capitano dell’Italia, ma va anche detto che la formazione turca ha tantissime “bocche di fuoco” e Datome è uno di quei giocatori che riesce a mettere equilibrio nella formazione di Obradovic.

Se Melli deve affrontare Milano, chi lo ha già fatto e anche bene è Daniel Hackett. Nella scorsa settimana la sua Olympiacos ha vinto in casa contro l’EA7 e il play azzurro ha giocato una partita molto solida, probabilmente la migliore della sua Eurolega, dove viaggia con poco più di sei punti di media, partendo spesso dalla panchina come cambio di Spanoulis.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@oasport.it

foto Archivio FIP/Ciamillo

Lascia un commento

Top