Basket, Eurolega 2016/2017: nell’inferno di Belgrado l’Olimpia Milano sfida la Stella Rossa

basket-olimpia-milano-foto-origo.jpg

L’inferno di Belgrado attende l’Olimpia Milano. Dopo la bella vittoria contro il Baskonia, l’EA7 torna subito in campo in Eurolega e lo fa in un ambiente infuocato come la casa della Stella Rossa, squadra che ha i tifosi più caldi d’Europa. Il pubblico sarà certamente un avversario in più per una Milano che vuole continuare la striscia di due successi consecutivi e che vuole confermarsi tra le grandi dell’Eurolega.

Di fronte di si troveranno la miglior difesa della competizione e uno tra gli attacchi più prolifici d’Europa. La Stella Rossa ha costruito nella propria metà del campo le sue maggiori fortune, mentre Milano ha sempre segnato più di ottanta punti in tutte le partite d’Eurolega finora disputate, superando quota anche 100 in due occasioni (Bamberg ed Efes).

La Stella Rossa è reduce dalla vittoria di un punto in casa del Bamberg ed in classifica ha un record di 3-4, mentre in campionato nella Lega Adriatica è imbattuta come l’Olimpia (9-0). Una squadra che ha saputo gestire al meglio le dolorose partenze di Maik Zirbes e Quincy Miller, puntando ancora su Stefan Jovic e Luka Mitrovic e sul ritorno a Belgrado di Charles Jenkins. La guardia americana è il grande ex della serata e dopo una sola stagione con Scudetto e Coppa Italia è tornato in quel di Belgrado, dove attualmente è il miglior marcatore della squadra con quasi dieci punti di media (9.9) a partita.

In casa Milano è scoppiato l’ennesimo “caso Gentile”, lasciato in panchina per tutto il secondo tempo da Jasmin Repesa. Il tecnico croato ha spento immediatamente tutte le polemiche, parlando di scelta tecnica ed ora resta la curiosità di capire se Alessandro tornerà ad essere protagonista domani sera.

Non ci sono precedenti in Eurolega tra le due squadre e sono tutte sfide che riguardano il passato. Nel 1972 in Coppa delle Coppa il match di Belgrado del girone iniziale venne caratterizzato da un’incredibile rissa con la panchina milanese che venne aggredita alle spalle e con Renzo Bariviera e Cesare Rubini ad averne la peggio.

Così ha presentato la partita Jasmin Repesa: “Andiamo a giocare contro la miglior squadra difensiva d’Europa che gioca in un ambiente molto difficile. Dovremo essere mentalmente forti e concentrati per tutti i 40 minuti. Se riusciremo a farlo avremo buone chance di vincere la partita, altrimenti tutto diventerà molto complicato. La nostra difesa contro Baskonia è andata meglio: dobbiamo continuare a lavorare perché questo gruppo di giocatori è in grado di avere una delle prime sei-sette difese dell’EuroLeague ma tutto nasce dalle responsabilità individuali, dal fermare l’uomo con la palla senza chiedere l’aiuto dei compagni. Possiamo farlo”

Sarà una partita particolare per Milan Macvan, che ha giocato per molti anni al Partizan e quindi vivrà un derby personale: “Ci aspetta una partita difficile contro una squadra che ha i tifosi più caldi d’Europa. Loro hanno una delle migliori difese d’Europa e noi uno dei migliori attacchi quindi saremo pronti. Ma la chiave sarà essere duri e concentrati per tutta la gara: è l’unico modo per vincere la partita.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTO di Valerio Origo

andrea.ziglio@oasport.it

 

 

Lascia un commento

Top