Volley, SuperLega – Sesta giornata spezzatino tra oggi e domani. Trento-Perugia il big match! Civitanova e Modena per l’allungo

Juantorena-Civitanova-Pier-Colombo.jpg

Sesta giornata spezzatino per la SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile. Si inizia stasera in orario insolito, si prosegue sabato con partite equamente divise tra sessione pomeridiana e sessione serale per permettere alle squadre di scendere in campo nel giorno festivo del 1° novembre.

 

È arrivato il momento del primo big match stagionale. Trento e Perugia si scorneranno in uno scontro tra due delle quattro pretendenti allo scudetto. I dolomitici stanno affrontando un autentico tour de force: cinque partite consecutive al Mondiale per Club la scorsa settimana, poi il lungo rientro dal Brasile, ieri il recupero dominato contro Latina e domani nuovamente in campo.

È proprio questa maratona che potrebbe far partire con un handicap la formazione di coach Lorenzetti che non potrà affidarsi al turnover come invece ha fatto ieri contro i laziali e domenica scorsa nella finalina per il terzo posto della rassegna iridata. Perugia inizia invece i suoi dieci giorni di fuoco che prevedono la sfida alle altre tre corazzate del nostro campionato: i Block Devils hanno stentato contro Ravenna e Vibo Valentia, uscendo vittoriosi solo al tie-break.

Patron Sirci ha già tuonato e i suoi ragazzi giocheranno con tanta pressione addosso, non potendo sbagliare una partita già vista come decisiva anche se siamo solo nel primo quarto della regular season. In campo ci saranno ben sei azzurri capaci di conquistare l’argento alle Olimpiadi di Rio 2016. Ivan Zaytsev è chiamato a una grande performance, schierato ancora da opposto in attesa che Atanasijevic si riprenda (probabilmente a metà novembre). Il duello con Jan Stokr, in cui parte favorito, è uno dei temi della giornata come lo scontro tra Simone Giannelli e Luciano De Cecco in cabina di regia, la sfida tra gli schiacciatori Filippo Lanza e Tine Urnat da una parte e Alex Berger e Aaron Russell dall’altra, al centro Marko Podrascanin ed Emanuele Birarelli sfidano Van De Voorde e Solé (o Mazzone).

In campo ci saranno due squadre che sfruttano al meglio sia la fase offensiva che quella difensiva, Trento sembra più rodata mentre Perugia deve ancora trovare i migliori automatismi. Chi vincerà avrà la possibilità di mantenere la scia di Civitanova e Modena, chi perderà sarà già chiamato a una rincorsa.

 

La capolista Civitanova si troverà di fronte l’ambiziosa Padova che ha già trascinato Trento al tie-break e ha messo paura a Perugia prima di crollare contro Modena. I marchigiani, che giocheranno anche per il pubblico locale colpito dal terremoto di mercoledì sera, sono motivati a inseguire la sesta vittoria consecutiva e a proseguire il loro volo solitario: Juantorena e Sokolov stanno giocando al top, dall’altra parte della rete Giannotti, Maar, Fedrizzi e Shaw dovranno darsi da fare se vorranno contrastare al meglio il gioco solido della Lube, gestito da Christenson.

Modena, che insegue Civitanova a un punto di distanza, sarà invece impegnata nell’anticipo odierno contro Vibo Valentia. Una partita da non sottovalutare per i Campioni d’Italia visto che i calabresi hanno trascinato Perugia al tie-break e hanno sconfitto Milano riprendendosi da un inizio complicato. Gli ospiti saranno privi del loro opposto di punta ma venderanno cara la pelle allo squadrone di Earvin Ngapeth, Luca Vettori (chiamato a un pronto riscatto) e Matteo Piano che dovrebbe giocare al centro accanto a Kevin Le Roux, regalando così un turno di riposo a Max Holt.

 

Verona proverà ad approfittare dello scontro diretto tra Trento e Perugia per risalire ulteriormente la classifica e rimanere nel gruppone delle grandi. Gli scaligeri ospiteranno Sora che domenica scorsa ha conquistato la sua prima storica vittoria in SuperLega battendo Monza: i laziali riusciranno a fare un altro miracolo? Djuric, Baranowicz, Zingel e Kovacevic (se riuscirà a giocare) proveranno a confermare il pronostico della vigilia.

Monza sempre priva del palleggiatore titolare Jovovic a causa di una squalifica, deve ancora valutare le condizioni di Hirsch prima del match casalingo contro il fanalino di cosa Latina. I brianzoli devono prontamente riscattare lo scivolone di Sora, i laziali (ieri sconfitti da Trento senza poter schierare Fei) vorranno provare a smuoversi dal fondo della classifica e a conquistare il primo successo stagionale.

Completano il programma i match tra Molfetta e Ravenna e Piacenza e Milano: i pugliesi avranno bisogno del miglior Sabbi per poter fare la voce grossa contro Torres e compagni; gli emiliani con Hernandez, Hierrezuelo e Marshall cercano la posta piena contro i meneghini che devono fare i conti con gli infortuni.

 

Di seguito il programma e gli orari della sesta giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile:

VENERDÌ 28 OTTOBRE:

18.45     Azimut Modena vs Tonno Callipo Vibo Valentia (diretta tv su RaiSport1)

SABATO 29 OTTOBRE:

18.00     Cucine Lube Civitanova vs Kioene Padova (diretta streaming su Lega Volley Channel)

18.00     Gi Group Monza vs Top Volley Latina (diretta streaming su Lega Volley Channel)

18.15     Diatec Trentino vs Sir Safety Conad Perugia (diretta tv su RaiSport1)

20.30     Calzedonia Verona vs Biosì Indexa Sora (diretta streaming su Lega Volley Channel)

20.30     Exprivia Molfetta vs Bunge Ravenna (diretta streaming su Lega Volley Channel)

20.30     LPR Piacenza vs Revivre Milano (diretta streaming su Lega Volley Channel)

 

Lascia un commento

Top