Volley, SuperLega – Quarta giornata: rischi per Modena e Perugia, Civitanova l’impegno più semplice. Trento Mondiale posticipa

Perugia-volley-Zaytsev.jpg

La SuperLega torna subito in campo per il primo turno infrasettimanale della stagione. Il massimo campionato italiano di volley maschile sarà infatti impegnato tra questa sera e domani con la quarta giornata che si concluderà poi settimana prossima con il posticipo tra Trento e Latina. I vicecampioni d’Europa sono infatti impegnati nel Mondiale per Club che si sta svolgendo in Brasile (alle 21.30 l’esordio contro il Minas).

 

Le due capoliste, appaiate in vetta alla classifica con 9 punti dopo tre successi consecutivi, saranno impegnate davanti al proprio pubblico ma in due scontri totalmente differenti per quanto riguarda le difficoltà. Civitanova non dovrebbe avere grossi problemi contro la neopromossa Sora mentre Perugia deve stare ben attenta contro l’accreditata Ravenna.

La Lube affronta la matricola della SuperLega, reduce dalle tre sconfitte contro gli altri colossi Modena, Trento e Perugia. Un calendario da incubo per i laziali che ora si trovano di fronte a un’altra seria candidata allo scudetto, provando però a tirare fuori gli artigli e a vendere cara la pelle allo squadrone di Chicco Blengini.

Il CT della nostra Nazionale deve sempre destreggiarsi con l’obbligo di schierare i tre italiani in campo, tra cui ci sarà naturalmente la stella Osmany Juantorena pronta a destreggiarsi di banda accanto all’uomo che uscirà dal solito ballottaggio tra Cebulj e Kaliberda. Con le bordate di Sokolov e la regia di Christenson si punterà su un gioco compatto e offensivo per mettere in difficoltà la volitiva Sora.

Al contrario Perugia dovrà mettere in mostra tutta la caratura tecnica di cui è accreditata per tenere a bada Ravenna, capace domenica di volare sul 2-0 nel derby contro Modena prima di capitolare al tie-break. I Block Devils potrebbero sfruttare la stanchezza dei giallorossi ma l’aggressività di Torres e Lyneel, mista alla regia di Spirito e al buon lavoro dei centrali potrebbe essere di difficile lettura per Ivan Zaytsev e compagni.

Dopo due partite “calme” lo Zar è chiamato a un suo proverbiale ruggito, attesissimo dal pubblico del PalaEvangelisti che aspetta con ansia le super prestazioni del suo opposto momentaneo in attesa dell’ormai imminente rientro di Aleksandar Atanasijevic. Curiosità per vedere se Birarelli tornerà titolare al centro dopo aver lasciato spazio a Buti e Podrascanin, di banda i rodati Aaron Russell e Alex Berger.

 

Modena insegue le capoliste a un punto di distanza dopo essersi salvata in rimonta contro Ravenna dove ha rischiato di uscire con le ossa rotta. I Campioni d’Italia hanno però avuto la forza di ribaltare la contesa e di mantenere la propria imbattibilità, assolutamente da confermare davanti al proprio pubblico nel match casalingo contro Padova.

Sarà un giorno importante per tutto il pubblico giallo che ricorda con affetto Beppe Panini, leggendario patron della squadra più scudettata d’Italia. La memoria verrà celebrata dai ragazzi che durante il riscaldamento vestiranno le maglie utilizzate vent’anni fa da quello squadrone indimenticabile.

Festa sugli spalti e in campo ma Padova non si presenterà come vittima sacrificale, anzi. I veneti hanno trascinato Trento al tie-break, hanno spaventato Perugia e ora vogliono continuare a stupire. I Canarini dovranno stare attenti alle bordate di Giannotti, all’ottimo momento di forma di Maar e Fedrizzi oltre alla regia di Shaw che sta davvero facendo bene.

Il palleggiatore è chiamato dall’atteso duello con Santiago Orduna, ex proprio di Padova. Earvin Ngapeth e Luca Vettori i due terminali offensivi di punta, attesa per la seconda scelta di banda con il ballottaggio tra l’ottimo Cook (decisivo al Pala De André) e capitan Petric. Al centro Piano, Holt e Le Roux per due posti: coach Piazza ha alternato tutte le coppie possibili nei tre precedenti e sembra non aver ancora scelto i titolari fissi.

 

Verona vuole prontamente rialzarsi dopo il ko di Piacenza ma di fronte si troverà la lanciatissima Monza, reduce da due vittorie consecutive e dal derby dominato contro Milano. Gli scaligeri si stanno appoggiando al fenomeno Uros Kovacevic in attesa che si formi la migliore intesa tra Baranowicz e Djuric, opposto fenomeno che non ha ancora espresso tutto il suo potenziale alla corte di Giani. Serviranno anche i migliori muri di Anzani e Zingel per contrastare Hirsch e Fromm, talentuosi attaccanti del team brianzolo che hanno già fatto vedere cose egregie.

Tornano a Molfetta i due cubani Hernandez e Hierrezuelo, diagonale indimenticabile che lo scorso anno sorprese tutti. Questa volta saranno al PalaPoli da avversari, vestendo la casacca di Piacenza. Entrambe le squadre cercano il secondo successo consecutivo: gli emiliani hanno sconfitto Verona dopo un tiratissimo tie-break, i pugliesi sono stati corsari a Vibo Valentia. Titolare Leo Marshall dopo i tanti discussi problemi con il transfer, si troverà di fronte Jimenez il primo cubano autorizzato dalla propria Federazione a giocare in Italia che supporterà lo scatenato Giulio Sabbi, vero bomber di Molfetta.

 

La panchina di Waldo Kantor traballa pesantemente a Vibo Valentia: dopo tre brutte sconfitte iniziali, la trasferta di Milano sembra essere decisiva per il tecnico che per salvarsi dovrebbe anche rivedere il sestetto iniziali di partenza. I calabresi punteranno molto sull’opposto Rejlek, sullo schiacciatore Thiago Alves e sul centrale Diamantini per ribaltare il pronostico della vigilia, tutto a favore di Milano nonostante abbia perso sonoramente il derby contro Monza.

C’è tanta voglia di riscatto tra le fila dei meneghini che devono ritrovare gli schemi di gioco vista l’assenza per infortunio di Skrimov, sostituito con l’eterno Angel Dennis: uno dei protagonista principali della “Fuga da Cuba” di 15 anni fa ha bisogno di tempo per introdursi nello scacchiere, trovare l’intesa perfetta con il giovane regista Sbertoli e con il compagno di reparto Hoag.

 

Di seguito il programma dettagliato della quarta giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile.

MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE:

20.30     Azimut Modena vs Kioene Padova (diretta streaming su Lega Volley Channel)

20.30     Cucine Lube Civitanova vs Biosì Indexa Sora (diretta streaming su Lega Volley Channel)

20.30     Calzedonia Verona vs Gi Group Monza (diretta streaming su Lega Volley Channel)

20.30     Exprivia Molfetta vs LPR Piacenza (diretta streaming su Lega Volley Channel)

20.30     Revivre Milano vs Tonno Callipo Vibo Valentia (diretta streaming su Lega Volley Channel)

GIOVEDÌ 20 OTTOBRE:

20.30     Sir Safety Conad Perugia vs Bunge Ravenna (diretta tv su RaiSport)

GIOVEDÌ 27 OTTOBRE:

20.30     Diatec Trentino vs Top Volley Latina (diretta tv su RaiSport)

 

Lascia un commento

Top