Volley maschile, Serie A2 – Cisolla, i figli della Generazione dei Fenomeni, Cernic: tutte le squadre dei 2 gironi e le favorite per la promozione. Format rivoluzionato

Pallone-Volley1.jpg

Nel weekend inizierà la Serie A2 di volley maschile con un format rivoluzionato rispetto alla tradizione: non ci sarà più il girone unico che ci aveva accompagnato negli ultimi 27 anni ma si ritorna ai due gironi come non accadeva dal 1988/1989.

Venti squadre suddivise in due raggruppamenti da dieci formazioni ciascuno. Le prime cinque di ogni girone disputeranno una Pool Promozione, affrontando solo le cinque squadre dell’altro girone (in match di andata e ritorno) e portandosi dietro i risultati ottenuti con le altre squadre qualificate già incontrate. Le migliori otto si qualificano ai Playoff dove sarà messo in palio l’unico posto a disposizione per la SuperLega (a meno di ulteriori revisioni di regolamento).

Conosciamo più da vicino le squadre partecipanti, le favorite e i giocatori di punta della Serie A2: ci sono nomi di lusso!

 

GIRONE BIANCO:

La superfavorita del raggruppamento è l’Emma Villas Siena, società che in estate ha investito fortemente sul mercato, aumentando notevolmente il proprio tasso tecnico. Bastano i nomi per far capire che coach Tofoli può contare su una vera e propria corazzata, sulla carta più forte delle rivali: il bomber cubano Padura Diaz, il forte Noda Blanco, l’esperto brasiliano Russomanno, i centrali Patriarca e Spadavecchia, il regista Fabroni e Vedovotto faranno certamente sognare i tifosi toscani.

La seconda forza del girone dovrebbe essere il Tuscania che punterà sullo schiacciatore ucraino Dmitriy Shavrak e soprattutto sull’esperienza di Paolo Montagnani in panca che avrà dalla sua anche la scommessa brasilia De Souza.

Gli occhi degli appassionati saranno puntati sul Club Italia dove spiccano tre cognomi di lusso: Tofoli, Gardini e Margutti. Sì, proprio i figli dei Campioni della Generazione dei Fenomeni. Saranno la mina vagante del girone e c’è grande curiosità sul loro rendimento anche in ottica Nazionale.

Altre due squadre di grande interesse sono Alessano (Vincenzo Mastrangelo il coach, Matej Cernic sarà ancora alla ribalta insieme al bomber Jeliazkov e al palleggiatore Salim) e Aversa (con Libraro, Hister e Putini).

I club storici saranno le neopromosse Castellana Grotte e Santa Croce (in passato allenata da Gianlorenzo Blengini, prima di ricevere gli incarichi di Macerata e soprattutto Nazionale) che tornano nei campionati professionistici. Lagonegro alla sua prima Serie A2, Potenza Picena avrà un roster tutto italiano.

 

GIRONE BLU:

Sulla carta sarà un raggruppamento estremamente equilibrato. Le maggiori ambizioni dovrebbero averle Civita Castellana (i nomi più rilevanti sono quelli di Banderò, Preti, Ippolito e Marchiani) e la neopromossa Spoleto che si è rinforza parecchio con il brasiliano Joventino, il centrale Bargi da Cantù e l’esperto libero Romiti da Latina.

Il grande nome del girone è però indubbiamente quello di Alberto Cisolla, ex capitano della nostra Nazionale che guiderà l’ambiziosa Brescia in cui spiccano anche gli interessanti Tartaglione ed Esposito.

Può fare bene Reggio Emilia che punterà sull’ossatura della passata stagione rinforzata dal palleggiatore Soli e dal centrale Nobredo. Le ambizioni di Cantù passeranno dal rendimento del brasiliano Caio, grande novità in Brianza insieme al centrale Alborghetti.

L’eterno Casoli a 41 anni sarà il faro della Materdomini ricca di giovani ma anche di altri uomini di esperienza come lo schiacciatore Fiore e il forte opposto Bellei. L’equilibrio di Mondovì non sarà da sottovalutare. Partono nelle retrovie le neopromosse Grottazzolina, Bergamo (l’olandese Hoogendoorn potrebbe però fare la differenza) e Montecchio Maggiore.

 

Lascia un commento

Top