Tennis, ATP Basilea: Paolo Lorenzi supera Nicolas Mahut e approda agli ottavi di finale

tennis-paolo-lorenzi-federtennis-tonelli.jpg

Paolo Lorenzi sconfigge Nicolas Mahut con lo score di 6-4 7-6(4) in un’ora e 43 minuti di gioco all’esordio nell’Atp di Basilea, centrando così la prima vittoria in carriera contro un giocatore che lo aveva superato in tutti e quattro i precedenti disputati, anche se l’ultimo risaliva al lontano 2012 e due si erano svolti a livello Challenger. Il senese può festeggiare in questo modo l’approdo agli ottavi di finale, dove non partirà certamente con i favori del pronostico opposto al terzo favorito del seeding Kei Nishikori, contro il quale ha perso nettamente l’unico confronto diretto a Roma nel 2013.

L’avvio di partita si incanala subito sui binari della lotta tanto cari al tennista azzurro, caparbio nell’ottenere un prezioso break in apertura alla terza occasione utile e al termine di un game durato la bellezza di 14 punti. Il rendimento al servizio del numero 38 del ranking è a dir poco dirompente, il francese ottiene infatti le briciole in risposta e paga dazio per il passaggio a vuoto in cui è incappato allo start. Lorenzi si sottrae perfettamente alle trame imbastite dal suo avversario, costringendolo invece a scambi molto lunghi che puntualmente terminano con un unforced di Mahut, e quando l’orologio segna 40 minuti di gioco Paolo mette in cascina la frazione inaugurale grazie all’ennesimo turno di battuta chiuso senza la minima difficoltà (il senese concede all’avversario la miseria di quattro punti in risposta in tutto il set).

Nel secondo parziale il numero uno italiano scampa il primo vero abbozzo di pericolo e cancella una palla break nel secondo game, vanificando tuttavia una ghiotta situazione di 0-30 sul punteggio di 1-1. L’allungo di Lorenzi è soltanto questione di tempo e avviene pochi minuti dopo, quando un turno di servizio caratterizzato da poche prime mette Nicolas letteralmente con le spalle al muro visto lo svantaggio di un set e un break. Messo alle corde, Mahut accenna una reazione involandosi sul 15-40 nel gioco successivo, ma la proverbiale determinazione di Paolo gioca ancora una volta un ruolo decisivo e gli consente di portarsi ad un passo dalla vittoria sul 5-4 in suo favore. Proprio quando il match sembra in procinto di giungere all’epilogo, il francese lo riafferra per i capelli piazzando il controbreak a 30 all’ultimo respiro. Si approda dunque al tiebreak, dove l’azzurro è bravissimo a non subire il contraccolpo psicologico derivante dalla chance appena svanita e ad infilare un filotto decisivo di quattro punti a uno a partire dal 3-3 sul quale era avvenuto il cambio campo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Federtennis (Tonelli)

Tag

Lascia un commento

Top