Sci alpino: Lara Gut aliena a Soelden. Sboccia Marta Bassino: è terza! 5a Goggia!

Marta-Bassino-Trovati-pentaphoto.jpg

Lara Gut rivuole la Coppa del Mondo! La campionessa svizzera mette subito il suo timbro nella prima gara della nuova stagione, dominando il gigante femminile di Soelden. Una vittoria ipotecata già nella prima manche, quando aveva rifilato distacchi oltre il secondo a tutte le altre avversarie. Alla nativa di Sorengo è poi bastato amministrare nella seconda manche, per centrare il suo secondo successo in carriera sul Rettenbach dopo quello ottenuto nel 2013.

Il gigante di Soelden offre subito quale sarà il tema principale della stagione: il duello tra Lara Gut e Mikaela Shiffrin per la Coppa del Mondo. L’americana chiude al secondo posto oggi in gigante, staccata di 1.44 dalla rivale. Un buon risultato comunque per la nativa di Vail, che soprattutto nelle discipline tecniche cercherà di provare a contrastare la svizzera.

Soelden, però, ha messo in mostra definitivamente anche l’immenso talento di Marta Bassino. Primo podio della carriera per la piemontese, bravissima soprattutto nel piano finale, dove è stata tra le migliori in assoluto. Alla fine il ritardo dall’inarrivabile Gut è di 1.93, ma questo è un risultato eccezionale per Marta, che finalmente si consacra tra le grandi della specialità.

La festa in casa Italia, però, non è finita, perchè c’è anche un fantastico quinto posto di Sofia Goggia, al miglior risultato della carriera in gigante. Splendida la rimonta della bergamasca, che recupera cinque posizione rispetto alla prima manche, grazie anche lei alle ottime linee sul piano finale.

Tra le due azzurre si è inserita Stephanie Brunner, quarta a 2.28 dalla vincitrice. L’Austria che forse perderà Anna Veith-Fenninger per molto tempo, ha trovato una degna erede in gigante, anche perchè Eva Maria Brem oggi ha ha deluso notevolmente, chiudendo addirittura 26esima.

Sono tre le azzurre tra le prime dieci, perchè Federica Brignone perde cinque posizioni rispetto alla prima mance e termina al nono posto. Qualche errore di troppo per la milanese sul muro e soprattutto in entrata del piano. Completano la top ten Tessa Worley (6a), seguita da Michaela Kirchgasser e Petra Vlhova, che recupera tredici posizioni. Decima la slovena Ana Drev.

Da segnalare per i colori azzurri anche il ventesimo posto di Manuela Moelgg e il venticinquesimo di Francesca Marsaglia, staccate addirittura di oltre quattro secondi.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 foto Trovati/Pentaphoto

Lascia un commento

Top