Sci alpino, gigante maschile Sölden: le dichiarazioni. De Aliprandini: “Una base solida dopo due stagioni difficili”, Pinturault: “Buon segno per il prosieguo”

Luca-De-Aliprandini-Sci-Pagina-FB-De-Aliprandini.jpg

Riportiamo di seguito le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti dello slalom gigante maschile di Sölden.

Alexis Pinturault, vincitore: “Fa bene al morale iniziare con una vittoria. Non sappiamo mai a che punto siamo quando iniziamo una stagione, se siamo veloci o meno. Dopo Sölden, ne sappiamo qualcosa in più, quindi è un buon segno per il prosieguo. Nello sci c’è una cosa molto semplice, ovvero che non esiste una strategia, bisogna solo andare a tutta, e nuovamente a tutta nella seconda manche. Ora sono a sedici vittorie, alcune statistiche dicono che ho superato Jean-Claude Killy, altre no, ma a me interessa solamente divertirmi e andare forte“.

Luca De Aliprandini, decimo: “Nella seconda manche sono partito deciso a recuperare posizioni. Ce l’ho fatta nella parte alta e fino al muro, poi nel finale ho sentito di non essere proprio a posto e lì, probabilmente, ho lasciato quei quattro decimi che mi avrebbero permesso di piazzarmi ancora meglio. Sono comunque soddisfatto. È la prima gara e a Sölden non avevo mai ottenuto nessun risultato. È una gara a parte: per me è anche importante fare una solida base di punti visto che vengo da due stagioni difficili. Ora, voglio migliorare di gara in gara“.

Dominik Paris, eliminato nella prima manche: “Mi sono sentito abbastanza bene sugli sci, ma ho commesso un errore sul muro che probabilmente mi è costato la qualificazione. È possibile che faccia ancora due o tre giganti, durante la stagione. Dipende se ci sarà il tempo“.

Massimo Carca, capo allenatore: “Oggi la squadra non mi è piaciuta, non abbiamo fatto quello che siamo in grado di fare. Nella prima manche non salvo nessuno, nella seconda dò la sufficienza solo a De Aliprandini. Gli altri sono tutti rimandati. Dovremo guardarci in faccia, tecnici e atleti, e migliorare perché così non va bene. Era la prima gara, ora giù la testa e lavorare. Il punto sul gigante lo farò dopo il terzo gigante, a Val d’Isère“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Luca De Aliprandini (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top