Sci alpino, Coppa del Mondo 2016/2017: Federica Brignone e Dominik Paris sono le stelle di un’Italia ambiziosa e che vuole essere protagonista


Dominik Paris Tanaka Pentaphoto

La nuova stagione della Coppa del Mondo di sci alpino sta per iniziare e nel weekend ci sarà il consueto appuntamento iniziale con Soelden, dove saranno protagonisti gli specialisti del gigante. Dopo la tappa austriaca un altra lunga pausa per riprendere poi con le gare americane. In questa stagione ci saranno anche i Mondiali a St.Moritz dal 6 al 19 Febbraio del prossimo anno e quindi anche la preparazione dei vari atleti potrebbe cambiare in funzione della rassegna iridata

L’Italia riparte con grandi ambizioni e con alcune certezze che arrivano soprattutto dal settore della velocità maschile. Lo scorso anno Peter Fill ha realizzato un’impresa che vale una carriera, conquistando la Coppa del Mondo di specialità in discesa libera, superando in un’epica sfida il connazionale Dominik Paris. Quest’ultimo resta probabilmente la punta di diamante della nostra velocitá ed è chiamato alla definitiva consacrazione tra i più grandi, avendo quasi l’obbligo di puntare nuovamente alla coppa e nello stesso tempo di vincere una medaglia ai Mondiali. Proprio in vista della rassegna iridata non ci si puó dimenticare di Christof Innerhofer: l’altoatesino è un garista eccezionale e ha sempre fatto benissimo nei grandi appuntamenti anche quando in Coppa del Mondo i risultati arrivavano non sempre in maniera costante.

Fari puntati anche sullo slalom dove la squadra azzurra è competitiva e puó puntare al podio ad ogni gara. Stefano Gross, Giuliano Razzoli, Patrick Thaler, Manfred Moelgg (da podio anche in gigante) e Riccardo Tonetti sono un gruppo sul quale fare affidamento e con anche un po’ più di fortuna rispetto agli anni scorsi (infortunio di Razzoli per esempio) possono arrivare delle belle soddisfazioni anche ai Mondiali.

Roberto Nani si butta dal cancelletto di partenza del gigante di Soelden con una grande voglia di riscatto e di cancellare la brutta stagione passata. Tanti problemi sia tecnici che di materiale per il nativo di Livigno, che deve ritrovare prima di tutto se stesso e tornare ad essere quello sciatore capace di sfiorare anche la vittoria in Coppa del Mondo. Florian Eisath è stato protagonista invece della miglior stagione della carriera e a lui si chiede solo di ripetere il buono fatto l’anno passato. Giovanni Borsotti e Matteo De Aliprandini sperano di evitare infortuni e confidano anche nella buona sorte per trovare una certa continuità di risultati. In gigante il materiale su cui i tecnici dovranno lavorare è ottimo e si possono raggiungere buoni risultati.

foto: Pentaphoto

CLICCA PAGINA 2 PER CONOSCERE LE AMBIZIONI DEL SETTORE FEMMINILE

Lascia un commento

Top