Sci alpino, Coppa del Mondo 2015/2016: Kristoffersen guida il Dream Team della Norvegia

Sci-alpino-Aksel-Lund-Svindal-Kjetil-Jansrud-Aleksander-Aamodt-Kilde.jpg

Aksel Lund Svindal, Kjetil Jansrud ed Aleksander Aamodt Kilde (Alpinlandslaget)


Otto anni dopo il secondo successo di Svindal, la Norvegia sembra avere tutte le carte in regola per puntare con decisione alla conquista della sua sesta sfera di cristallo nella storia della Coppa del Mondo di sci alpino. Dopo le spettacolari prestazioni della passata stagione, anche quest’anno la nazionale norvegese può vantare quattro importanti frecce nelle propria faretra.

Innanzi tutto c’è Aksel Lund Svindal, che salterà Sölden per recuperare al meglio dal grave infortunio subito nello scorso mese di gennaio a Kitzbühel. Il trentatreenne ha dimostrato, fino allo stop forzato, di essere ancora il numero uno del mondo nelle discipline veloci, fatto che fa di lui lo sfidante numero uno di Marcel Hirscher nella classifica generale, visto che può accumulare punti pesanti proprio nelle discipline dove l’austriaco gareggia sporadicamente.

L’alternativa a Svindal è Kjetil Jansrud, che già in passato ha dimostrato di poter prendere il posto del connazionale in discesa e supergigante nel momento del bisogno. Lo sciatore di Stavanger sembra quasi esprimersi meglio nei periodi di assenza di Svindal, liberato forse dal peso del difficile confronto interno con il due volte vincitore della sfera di cristallo.

Non va poi dimenticata la grande ascesa di Henrik Kristoffersen, che già lo scorso anno ha chiuso al secondo posto della classifica finale. Il giovanissimo talento della scuola norvegese si è oramai affermato come leader assoluto dello slalom speciale, ed anche in gigante ha dimostrato di essere in grande ascesa, salendo sul podio di specialità. Kristoffersen può dunque togliere punti pesanti ad Hirscher nelle discipline tecniche, avvantaggiando indirettamente anche i connazionali Svindal e Jansrud.

La presenza di così tanti fenomeni nella squadra norvegese fa passare quasi in secondo piano l’ascesa di Aleksander Aamodt Kilde, vincitore a sorpresa della Coppa del Mondo di supergigante ed autore di una tripletta con Svindal e Jansrud in Val Gardena. Kilde è forse ancora un po’ acerbo per puntare alla classifica generale, ma sicuramente sarà anche lui uno dei grandi protagonisti dell’inverno degli Attacking Vikings.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top