Scherma, comincia da Tallinn la Coppa del Mondo di spada femminile. Tante assenze illustri

scherma-rossella-fiamingo-rio-2016-bizzi-federscherma.jpg

La “Glaive de Tallinn“, giunta ormai all’edizione numero 47, apre la stagione 2016/2017 della Coppa del Mondo di spada femminile, dando il via così al nuovo ciclo olimpico con destinazione Tokyo 2020. La capitale estone ospiterà inoltre la prima volta al femminile per questo storico torneo, che dopo quasi cinquant’anni non vedrà pertanto in pedana gli uomini.

Sarà la gara di casa per Erika Kirpu, reduce insieme alle sue compagne dal quarto posto conseguito a Rio a cui si aggiunge il titolo di campionesse d’Europa ottenuto a Torun. La manifestazione prenderà il via nella giornata di venerdì con oltre 200 ragazze impegnate nelle qualificazioni, e certamente l’apporto del pubblico di casa può rivelarsi fondamentale per il risultato finale. Nella entry list mancano tuttavia alcuni nomi di spicco a livello internazionale, su tutti quelli della medaglia d’oro olimpica Emese Szasz, appena sposatasi e dunque vogliosa di un periodo lontano dalle competizioni, e di Ana Maria Popescu. La Romania, infatti, non potrà vantare alcuna fra le protagoniste che hanno condotto la nazionale a squadre nella splendida cavalcata compiuta a Rio quest’estate. Lo spettacolo dovrebbe comunque essere assicurato dalla presenza di big del calibro di Tatiana Logunova e Violetta Kolobova, l’inossidabile duo russo desideroso di un risultato importante, del bronzo olimpico Yiwen Sun e della coreana Shin A Lam.

Venendo alle azzurre. da segnalare il ritorno alle gare di Bianca Del Carretto, la cui ultima apparizione in Coppa del Mondo risale addirittura alla tappa di Buenos Aires del febbraio scorso, chiusa mestamente al 42° posto. Occhi sicuramente puntati su Rossella Fiamingo, argento olimpico in carica ed alla ricerca di un podio in Coppa del Mondo che manca ormai dal lontano 2014. Partono un gradino sotto nel pronostico, invece, Giulia Rizzi, atleta in grande ascesa come testimonia il gran finale della stagione scorsa, Mara Navarria, classe ’85 e attesa al definitivo salto di qualità, e le giovani prospettive Roberta Marzani e Alice Clerici.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Augusto Bizzi per Federscherma

Lascia un commento

Top