Rugby, Pro12 – Settima giornata: Benetton Treviso sconfitta a Glasgow tra qualche spiraglio di luce

Benetton-Treviso-Pro12-rugby-Profilo-Twitter-Benetton-Treviso-e1474546448927.jpg

La Benetton Treviso esce sconfitta dalla sfida contro i Warriors allo Scotstoun Stadium valevole per la settima giornata del Guinness Pro12, ma stavolta la franchigia biancoverde ha almeno venduto cara la pelle ostentando una determinazione non sempre ammirata durante questo primo scorcio di stagione, come testimoniato dal bilancio del secondo tempo favorevole alle Zebre per 7-5, utile ad addolcire una disfatta finale di 31-14 le cui proporzioni possono ritenersi accettabili dinanzi ad una formazione di livello molto superiore nel panorama europeo.

Coach Crowley schiera Tito Tebaldi e Ian McKinley in mediana, coadiuvati da Tommaso Iannone come numero 13 e David Odiete posizionato all’ala. Nel pack trovano posto Luca Bigi e Filippo Gerosa, mentre la buona notizia è rappresentata dal ritorno in campo dopo l’infortunio al ginocchio di capitan Alessandro Zanni. Dal canto loro, i padroni di casa si presentano con Stuart Hogg estremo e Finn Russell in regia e in coppia mediana con Henry Pyrgos; parte dal primo minuto l’ex Simone Favaro.

In avvio la pressione esercitata dai Warriors è subito incisiva con Hogg che si invola verso la marcatura già al 2′, tuttavia il giocatore britannico schiaccia prima della linea di meta e si fa sfuggire l’ovale dalle mani rendendo dunque ininfluente la sortita offensiva. Il vantaggio della franchigia scozzese è tuttavia solo rimandato di pochi minuti, quando il capitano Gray porta a compimento un ottima trama imbastita dalle retrovie e resa ancora più proficua dalla successiva trasformazione di Russell. La Benetton non sembra minimamente in grado di poter far partita pari e al 13′ arriva perentoria la seconda meta dei padroni casa, complice un pessimo posizionamento della retroguardia ospite che permette al centro Bennett di superare due avversari fissando il punteggio sul 12-0. Per assistere alla prima iniziativa dei biancoverdi al di fuori della metà campo bisogna attendere addirittura il 21′, frangente in cui i Leoni riescono a portarsi finalmente all’interno dei 22m avversari prima che Steyn porti a terra l’ovale da touche. E’ il preludio ad una grande offensiva dei trevigiani propiziata da Budd che serve in modo perfetto Hayward, il quale viene fermato irregolarmente a pochi metri dalla linea di meta; l’arbitro estrae il giallo e poco dopo viene concessa dallo stesso direttore di gara la meta tecnica per il fallo commesso sul giocatore della Benetton. Nemmeno il tempo di gioire che Glasgow replica subito con la marcatura dell’ala Hughes, mentre Russell si conferma ineccepibile dalla piazzola ristabilendo il divario tra le due compagini a 12 punti. In prossimità dell’intervallo, l’arbitro Wilkinson concede la meta a Dunbar dopo aver chiesto il parere del TMO, il cui responso manda in archivio la prima frazione sullo score di 26-7 in favore dei Warriors.

Durante la pausa coach Crowley decide di sostituire il rientrante Zanni facendo spazio a Marco Barbini, ma l’inerzia della partita non accenna a mutare come testimonia la marcatura di Hughes quando la ripresa è cominciata da appena un minuto. La situazione si cristallizza dal momento che i britannici non hanno grande interesse a premere nuovamente il pedale dell’acceleratore, mentre i Leoni sono alle prese con i soliti problemi in fase di costruzione che spesso precludono ogni tipo di azione pericolosa nella metà campo avversaria. Al 64′ la reazione dei biancoverdi produce i suoi frutti, complice una pregevole trama che parte dalla maul e dalla quale i trevigiani schiacciano in meta grazie a Davide Giazzon; Tommaso Allan non fallisce il calcio dalla piazzola e il parziale recita dunque 31-14. E’ l’ultimo sussulto di un match che perde di intensità nei suoi ultimi frangenti e “regala” l’ennesima disfatta esterna alla Benetton, anche se stavolta almeno l’impressione è quella di una squadra che abbia tenuto degnamente il campo. Da segnalare anche l’espulsione occorsa poco prima del fischio finale ad Haupeakui.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Benetton Treviso

Lascia un commento

Top