Rugby, O’Shea stila il primo bilancio: “Il potenziale è superiore alle aspettative, ma manca professionalità”

Conor-OShea-profilo-Twitter-Federugby-e1476954549605.jpg

Per Conor O’Shea, da quattro mesi alla guida tecnica della Nazionale italiana, è già tempo di bilanci proprio quando manca ormai pochissimo ai test match di novembre che vedranno gli azzurri opposti a corazzate del calibro di All Blacks, Sudafrica e Tonga. In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, il coach irlandese ha raccontato le sue sensazioni e prospettive future.

Il potenziale è superiore a quel che pensavo. L’ho constatato nella tournée nelle Americhe di giugno e incontrando le società in queste settimane. Certo il lavoro da fare è enorme – le parole di O’Shea, che poi non manca di bacchettare alcune lacune del movimento – C’è una generale mancanza di professionalità. Con l’attuale situazione è impossibile essere al top”.

Spostando invece la propria attenzione sui singoli, O’Shea chiarisce quali saranno i giocatori sui quali si ergerà il suo progetto: “Con McLean primo centro, voglio vedere Palazzani estremo, con un talento come Canna e un uomo d’ordine come Allan, il problema apertura è finalmente risolto, a n. 9 punto su Violi e su un Bronzini che a Treviso ha ben sfruttato gli acciacchi di Gori, Favaro è una forza della natura”.

Infine, Conor rivolge anche uno sguardo alla collaborazione tra lo staff azzurro e le franchigie di Eccellenza e Pro12. “Col mio staff, al quale presto, almeno per l’autunno, si aggiungerà Brendan Venter, iridato con gli Springboks 1995 e amico che darà una mano per la difesa, lavoriamo a contatto con quelli delle franchigie – dice O’Shea –. Collaboriamo e poiché, come ho chiarito, mi sta molto a cuore la tenuta fisica dei giocatori, poniamo l’accento sulla preparazione. Basta che due o tre non siano all’altezza e tutta la squadra ne risente. Non vorrò azioni da dieci fasi se poi dobbiamo morire, pretenderò solo aggressività”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Federugby

 

Tag

Lascia un commento

Top