Rugby, l’Italia di O’Shea affina la condizione in vista dei Test Match di novembre

Italrugby-Profilo-Twitter-Federugby-e1477931822731.jpg

Quando mancano ormai meno di due settimane all’esordio degli azzurri nei Test Match di novembre, che vedranno la compagine di Conor O’Shea affrontare nell’ordine All Blacks, Sudafrica e Tonga, l’Italrugby è tornata al lavoro a Roma per preparare al meglio questi importanti appuntamenti utili a comprendere la qualità del lavoro sin ora svolto dal tecnico irlandese e a valutare la salute del tanto criticato movimento italiano. La mattinata è stata dedicata al recupero e alle skills, preludio ad una seduta collettiva; il raduno nella capitale perdurerà fino a mercoledì 2 novembre. 

Nel corso della giornata odierna ha parlato anche Mike Katt, assistente allenatore della Nazionale e responsabile dei trequarti: “Tutti i test match sono difficili. Ovviamente, a cominciare da quello con gli All Blacks. Negli ultimi trent’anni non sono molte le squadre ad averli battuti. E questo perché hanno alle spalle un intero sistema che lavora con l’obiettivo di far sì che la Nazionale sia costantemente la migliore al mondo. L’Italia ha buoni giocatori: alcuni di altissimo livello internazionale, come Parisse o Cittadini; altri sono giovani che stanno lavorando per diventarlo. Sta a noi dar loro gli strumenti perché accada e a loro andare sul campo ed esprimersi”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter FIR

 

Lascia un commento

Top