Pallanuoto femminile, Serie A1: le favorite del campionato. Padova in pole, ma occhio a Messina e Bogliasco

Elisa-Queirolo-archivio-privato-Queirolo-credit-Vincenzo-Nicita-Mauro.jpg

Plebiscito Padova alla ricerca del tris-Scudetto, Waterpolo Messina e Rari Nantes Bogliasco per far saltare il banco. E non sarebbe una sorpresona… Potremmo introdurre così l’ormai imminente start del 33° Campionato Italiano di A1 femminile di pallanuoto, per quanto riguarda gli ambìti “piani alti” del massimo torneo nazionale del waterpolo in rosa.

Le venete magistralmente allenate da Stefano Posterivo, reduci dalle conquiste dei titoli 2015 e 2016, nonché della Coppa Italia 2015, oltre che puntare a ben figurare in Euroleague, hanno tutte le intenzioni di confermarsi regine delle piscine del Bel Paese e la rosa 2016-2017, confermatissima, le pone ancora in pole position: il portiere del Setterosa di Conti, Laura Teani, Elisa Queirolo, Laura Barzon, le gemelle Savioli, la canadese Christine Robinson e l’interessantissima giovane azzurra (classe ’95) Giuditta Galardi, acquistata proprio quest’estate dal Prato. Sono questi i nomi più altisonanti che proveranno a fare del Plebiscito Padova una “piccola Recco” al femminile della pallanuoto nostrana.

Venderanno però cara la pelle (come ovviamente anche le altre sette compagini ai nastri di partenza…) Waterpolo Messina e Rari Nantes Bogliasco, ancora una volta le due più credibili concorrenti delle patavine nella corsa al Tricolore. Le siciliane hanno perso nientepopodimenoche Giulia Gorlero e il capocannoniere dello scorso Campionato, Arianna Garibotti, tornata a Catania per provare a rilanciare le ambizioni dell’Ekipe Orizzonte, ma possono sempre contare su un roster di assoluto valore. Federica Radicchi, Rosaria Aiello, Ursula Gitto e l’intramontabile Silvia Bosurgi cercheranno di trasformare la piazza d’onore della scorsa A1 in qualcosa di più prezioso… Coach Maurizio Mirarchi sta già studiando le giuste strategie per tentare il colpaccio.

Chiudiamo con la terza classificata del Campionato passato, il Bogliasco. La squadra allenata da Mario Sinatra si è assicurata le prestazioni della forte australiana Jessica Zimmerman (proveniente da Bologna), potrà ancora avvalersi dell’enorme esperienza di Giulia Rambaldi e Teresa Frassinetti, nonché dell’entusiasmo delle tante giovani promesse cresciute in case e della “mano calda” di Eugenia Dufour.
Ci sarà sicuramente da divertirsi!

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: archivio privato Elisa Queirolo (credit Vincenzo Nicita)

Lascia un commento

Top