Nuoto, Coppa del Mondo 2016 – Hong Kong: chiusura in bellezza per l’insaziabile Katinka Hosszu

Katinka-Hosszu-foto-deepbluemedia-comunicato-len.jpg

Ultimo giorno di gare nella Coppa del Mondo 2016 di nuoto con esito sempre uguale: il dominio di Katinka Hosszu. C’è poco da fare e da dire al cospetto di una campionessa dalla risorse infinite che anche quest’oggi ha raccolto nel day 2 di Hong Kong cinque vittorie.

100 dorso (56″30), 200 farfalla (2’06″09), 400 stile libero (4’05″31), 100 misti (58″21) e 400 misti (4’28″50) sono stati griffati dalla lady di ferro, insaziabile nella vasca asiatica e sempre in controllo dello sforzo. Degne di nota i successi nei 100 dorso, ancora una volta davanti alla grande rivale australiana Emily Seebohm (56″82) costretta  ad inchinarsi a “Sua Maestà”,  e quelle dei 100 misti dove vi è stato il confronto diretto con un’altra grande protagonista di questa World Cup, vale a dire Alia Atkinson (primatista mondiale nei 50 rana) giunta alle spalle della magiara in 58″78 a precedere, ironia della sorte, sempre la Seebohm (59″11).

Chi è riuscita a disinnescare la bomba Hosszu è stata la danese Jeanette Ottesen nei 100 stile libero (52″46) mettendo le mani davanti all’ungherese (52″76) ed alla statunitense Kelsi Worrell (53″01), in grado ieri di aggiudicarsi i 100 farfalla. Ottesen che poi ha bissato anche nei 50 farfalla (25″65) facendo meglio ancora una volta della citata Seebohm (26″01) e della Atkinson (26″08).

Per quanto concerne le altre gare i 50 stile libero si sono confermati territorio di conquista di Vladimir Morozov che in 21″16 ha battuto il britannico Benjamin Proud (21″33) ed il sudafricano Chad Le Clos (21″45). Le Clos si è riscatto nella sua gara, cioè i 100 farfalla, unico ad abbattere la barriera dei 50″ (49″52) toccando per primo la piastra davanti al nipponico Shinri Shioura (50″97) ed al bielorusso Pavel Sankovich (51″11).

Nei 100 rana, vista l’assenza di Morozov, è il brasiliano Felipe Lima a dettar legge in 57″32 precedendo la ‘foca tedescaì Marco Koch (58″53), strepitoso nella distanza doppia, ed il giapponese Yosuhiro Koseki (58″54). Nello stesso stile ma nei 200 metri femminili, Yulia Efimova mette il proprio sigillo in 2’16″49 mentre nei 50 metri la giamaicana Atkinson timbra nuovamente il cartellino in 29″20 distante però dal suo WR.

A chiosa, Mitchell Larkin si riscatta nei 200 dorso dopo la sconfitta di ieri nei 100 vincendo in 1’50″33 ed arriva un altro eccellente riscontro di Mykhailo Romanchuk nei 1500 stile libero di 14’18″53. Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti sono avvisati.

 

RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto da Len

Lascia un commento

Top