Motomondiale 2016, Moto 2: Johann Zarco è il miglior pilota francese di sempre, riscritti i record

Motomondiale-Johann-Zarco-FB.jpg

Trionfatore sul circuito malese di Sepang, Johann Zarco ha scritto una nuova importante pagina nella storia del motociclismo francese, in una disciplina come quella della velocità che spesso nel suo Paese è rimasta nell’ombra del fuoristrada (motocross, rally raid, supermotard). Con il secondo titolo mondiale conquistato quest’oggi, il ventiseienne di Cannes è infatti diventato il primo francese a laurearsi per due volte campione iridato nel Motomondiale tra tutte le classi. Un primato che fino ad ora spettava solamente a Sébastien Charpentier, che nel 2005 e nel 2006 aveva ottenuto questo risultato in Supersport.

Da sottolineare anche che Zarco diventa anche il primo pilota in assoluto a vincere due titoli da quando è stata istituita la Moto 2: l’ultimo a riuscirci nella classe intermedia era stato lo spagnolo Jorge Lorenzo, che nel 2006 e nel 2007 si era imposto nell’allora 250cc. Considerando anche la vittoria di Sylvain Guintoli in Superbike nel 2014, inoltre, la Francia si trova per la prima volta a vincere un titolo mondiale nel motociclismo velocità per tre anni consecutivi.

Se questi dati ci portano già ad incoronare Zarco come miglior pilota francese nella storia del Motomondiale, per affermarsi definitivamente in questa posizione Johann dovrà ora puntare al primato di Alain Michel, grande protagonista nella classe sidecar, che vinse diciotto gare in sedici anni di attività, ottenendo un titolo mondiale nel 1990 e tre secondi posti (1978, 1981, 1986). Con il successo odierno di Sepang, invece, Zarco si è portato a quota quindici. Al suo attivo ci sono anche quaranta podi, diciassette pole position ed undici giri veloci.

A Valencia, dunque, il pilota di origine ungherese prenderà parte alla sua ultima gara in Moto 2, prima di affrontare il passaggio verso la MotoGp, dove correrà l’anno prossimo con i colori della Yamaha Tech 3 in compagnia del tedesco Jonas Folger, che quest’oggi lo ha accompagnato sul podio chiudendo in terza posizione. Pilota molto veloce sia sull’asciutto che sul bagnato, ma capace anche di fare i calcoli al momento giusto, Zarco è stato paragonato da questo punto di vista ad Alain Prost, il quattro volte campione mondiale di Formula 1 noto come il ‘professore’ proprio per la sua capacità di ottenere sempre i risultati necessari in ottica iridata, rinunciando a volte al successo parziale. Staremo a vedere se queste sue caratteristiche gli permetteranno di emergere anche in MotoGp, dove dovrà innanzi tutto guadagnarsi un posto in un team ufficiale, fatto tutt’altro che facile vista la grande concorrenza.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Johann Zarco (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top