MotoGP: Marc Marquez, il titolo mondiale della maturazione e delle rivincite

Marquez-7-Marco-Fattori.jpg

Ripensando a quello che è stato il finale di stagione 2015 sembra davvero passato un secolo in casa Marquez. A Valencia, 12 mesi fa, il punto più basso di una carriera sfolgorante, in un finale arroventato dalle polemiche, andate anche oltre il consentito. A prescindere da quello che ognuno di noi può pensare si è esagerato nei confronti del Cabronçito.

Ebbene, il pilota di Cervera ha imparato la lezione, comprendendo i suoi errori e ripartendo per questa stagione essendo quello che più di altri ha fatto la differenza in tutti gli appuntamenti. Una sola caduta a Le Mans (Francia), cinque vittorie e undici volte sul podio, al momento, sono statistiche che parlano chiaro di una maturazione palpabile nel campionato 2016. “Ho cambiato il mio modo di andare in moto. Un nuovo Marc che pensa a fare punti” – Le parole del fuoriclasse iberico qualche minuto dopo il trionfo di Motegi, valso il terzo titolo mondiale in classe regina e la quinta corona, tenendo conto delle altre classi, in carriera.

Un Marquez che ci piace e mette nel cassetto l’annata passata mentre forse i suoi diretti rivali, così suscettibili all’errore, ancora ci pensano. La Honda, in parte, ha assecondato il talento dello spagnolo, avendo tanti problemi nella prima parte del 2016 con le nuove gomme ed elettronica. La classe dell’iberico, però, si è vista proprio in questo momento riuscendo a concretizzare il massimo possibile ed approfittando, da centauro consumato nonostante i 23 anni, degli zero di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Dal round in Germania, poi, la Casa di Tokyo gli ha affidato un mezzo molto più prestazionale ed i successi di Aragon ed in terra nipponica hanno definitivamente chiuso i giochi.

Un successo di maturità che sa di rivalsa nei confronti di chi, come detto, ha oltrepassato il limite con accuse infamanti, indotte dal tifo per Valentino. Ciò, forse, ha reso ancor più forte il funambolo ispanico che oggi ha conquistato la vittoria più bella della sua storia agonistica.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto di Marco Fattori

Lascia un commento

Top