MotoGP, GP Malesia 2016 – Analisi qualifiche: Italia contro Spagna. Andrea Dovizioso e Valentino Rossi sfidano Marc Marquez e Jorge Lorenzo

Rossi-Lorenzo-MotoGP-Marco-Fattori.jpg

Leggendo l’ordine dei tempi delle qualifiche del GP della Malesia 2016 a Sepang, il confronto Italia-Spagna è evidente: Andrea Dovizioso (pole position) e Valentino Rossi (2°) opposti a Marc Marquez (4°) e Jorge Lorenzo (3°). Sembrerebbe si stia parlando di un incontro di doppio nel tennis ma siamo sempre sulle due ruote. La velocità dimostrata dai due centauri italici in questa sessione di prove fa pensare che il sogno di una doppietta tricolore non sia così distante dalla realtà. Delle prove tenutesi su un asfalto bagnato/umido dove la sensibilità di guida del pilota è determinante, abbinata alle qualità del mezzo. In condizioni così particolari la Ducati del ‘Dovi’ ha dimostrato di essere particolarmente performante riuscendo ad ottenere ottimi tempi con entrambe le mescole rain (morbida/dura). Un dato confermato dallo stesso forlivese al parco chiuso ed ovviamente dalla pole ottenuta. Non si lamenta, ovviamente, neanche Rossi molto soddisfatto del miglioramento compiuto dopo le FP4 non così esaltanti. Una modifica sulla Yamaha ha dato modo a Vale di trovare la quadratura del cerchio e sia sull’asciutto che su bagnato ci sono le possibilità per vincere.

Pertanto, più che guardare i cronologici di questi giorni che possono voler dire tutto o niente è interessante andare a guardare le previsioni meteo per domani. Ebbene, nell’arco di tempo in cui vi saranno le tre classi in pista è prevista pioggia con temporali. Una variabile che influenzerà le prestazioni dei due centauri menzionati come anche quelle di Lorenzo e Marquez, anch’essi decisamente veloci ed in lizza per i 25 punti malesi. Jorge, grazie anche al nuovo asfalto, riesce a condurre la sua M1 come mai era riuscito a fare nelle precedenti occasioni sotto la pioggia mentre Marc in sella alla Honda, libero da ogni pensiero iridato col Mondiale già in cassaforte, si giocherà tutto nel suo stile “all-in” stando però attento a non andare oltre il limite come in quel di Phillip Island (Australia).

Ci attende una gara, dunque, dalla palpitanti emozioni e vedremo che cosa ci riserverà la lotteria di Sepang e chi si aggiudicherà il jackpot.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto di Marco Fattori

Lascia un commento

Top