MotoGP, GP Australia 2016 – Valentino Rossi: “Non sapevo dell’obbligo sul numero di giri con le gomme”

Rossi-5-FotoCattagni.jpg

Un venerdì con tanti dubbi ed acqua per i piloti in pista, in quel di Phillip Island (Australia), per il terzultimo appuntamento del Mondiale di MotoGP 2016. Non fa eccezione in questo Valentino Rossi che è reduce da un day 1 un po’ particolare. Nella prima sessione di libere, infatti, dopo aver ottenuto il secondo tempo alle spalle di Cal Crutchlow, al campione di Tavullia sono stati cancellati tutti i tempi del turno per non aver rispettato l’obbligo di otto tornate più giro di ingresso ed uscita imposto dalla Michelin sullo pneumatico extra soft. Una penalità che ha fatto precipitare Valentino in fondo alla classifica. Non aveva compreso che fosse vietato – il primo commento di Rossi ai microfoni di Sky. Pensavo che fosse un’indicazione della Michelin ma non un obbligo. La gomma, con queste temperature, andava benissimo e quindi l’abbiamo provata su più giri. Mi dispiace per il meteo. E’ un vero peccato correre qui in Australia, su una pista così, in questo periodo dell’anno”.  

Sull’utilità di questa prima giornata di prove, il nove volte campione del mondo chiarisce: “I primi 20 minuti della FP1 sono stati funzionali al nostro lavoro perchè ci hanno permesso di capire il limite della moto in queste condizioni particolari. Fa molto freddo ed il vero problema è far lavorare gli pneumatici con temperature di esercizio adeguate. Poi, la pioggia è aumentata e non potevamo più girare perchè si rischiava troppo” – ha concluso il 46.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top