MotoGP, Andrea Dovizioso: “Il cambio che abbiamo affrontato io o Valentino era molto più grande di quello a cui va incontro Lorenzo”

Dovizioso-2016-Misano-01.jpg

Non ha peli sulla lingua Andrea Dovizioso intervistato da Motorsport relativamente all’arrivo in Ducati, nel 2017, di Jorge Lorenzo, campione del mondo di MotoGp nel 2010-2012-2015. Il forlivese infatti ha chiarito la sua posizione ritenendo imparagonabili il suo arrivo e quello di Valentino Rossi, a Borgo Panigale, rispetto a Lorenzo per i miglioramenti maturati dalla Rossa negli ultimi tempi: “Dovete tenere a mente che quando ho cambiato io la differenza tra le due moto era molto più grande di ora. La Yamaha è la moto più bilanciata del campionato, ma la nostra non ha più le grandi limitazioni del passato. Il cambio che abbiamo affrontato io o Valentino era molto più grande di quello a cui va incontro Jorge. Nonostante questo, non credo che sarà facile perché lui conosce solo la M1“ – ha precisato Dovizioso.

ll forlivese ha poi definito il ruolo di Casey Stoner (collaudatore) nel team evidenziando come l’ex iridato sia anche un po’ cambiato rispetto a quando correva nel Mondiale: “Ovviamente il rapporto è cambiato molto, perché ora se mi può aiutare, lo fa. E’ molto propositivo ed ha cambiato il modo di guardare le gare. Prima lui odiava tutti e questo lo ha portato a ritirarsi e ad essere sempre arrabbiato. Ora ha quello che vuole, è più rilassato, quindi si avvicina per parlarti e passa il tempo con te. Che cosa porta? Cose buone. Diciamo che è un collaudatore, come Pirro, che è completamente coinvolto nello sviluppo della moto. Casey ha fatto diversi test ed ha dato il suo parere, ma la sua influenza quest’anno non è stata troppo grande perché non è stato sempre qui”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top