Judo, Grand Slam Abu Dhabi 2016: nuovo successo per Galbadrakh, doppio oro francese

Judo-Otgontsetseg-Galbadrakh.jpg

Prima giornata di competizioni al Grand Slam di Abu Dhabi 2016: sui tatami degli Emirati Arabi Uniti hanno combattuto gli atleti di cinque categorie di peso, due maschili (60 kg e 66 kg) e tre femminili (48 kg, 52 kg e 57 kg).

60 KG UOMINI

Il promettente spagnolo Francisco Garrigós si è imposto nel torneo della categoria di peso più bassa del programma maschile. Il ventunenne iberico, già campione europeo e mondiale tra gli junior, ha conquistato il titolo ai danni del numero uno del tabellone, il brasiliano Eric Takabatake, sconfitto per un solo shido di differenza. Sul terzo gradino del podio troviamo il russo Albert Oguzov ed il francese Cédric Revol.

-60 kg
1. GARRIGOS, Francisco (ESP)
2. TAKABATAKE, Eric (BRA)
3. OGUZOV, Albert (RUS)
3. REVOL, Cedric (FRA)
5. MSHVIDOBADZE, Robert (RUS)
5. SADIGOV, Mehman (AZE)
7. ABASOV, Abbas (TKM)
7. MANQUEST, Vincent (FRA)

66 KG UOMINI

Accreditato della quinta testa di serie del torneo, il russo Yakub Shamilov è riuscito a ribaltare i pronostici, fino ad imporsi in finale con un waza-ari sul kazako Azamat Mukanov. Il venticinquenne, già vincitore del Grand Prix di Qingdao, è salito sul podio in compagnia del connazionale Arsen Galstyan, medagliato di bronzo assieme al brasiliano Charles Chibana. Si ferma ai margini della zona medaglie, invece, lo sloveno Andraž Jereb, numero uno del tabellone.

-66 kg
1. SHAMILOV, Yakub (RUS)
2. MUKANOV, Azamat (KAZ)
3. CHIBANA, Charles (BRA)
3. GALSTYAN, Arsen (RUS)
5. JEREB, Andraz (SLO)
5. OLEINIC, Sergiu (POR)
7. BOUCHER, Mathias (FRA)
7. VIERU, Denis (MDA)

48 KG DONNE

Non ha avuto luogo l’atteso duello tra Urantsetseg Munkhbat e la medagliata di bronzo olimpica Otgontsetseg Galbadrakh: la mongola Munkhbat, numero uno del ranking mondiale, è stata infatti sorpresa in semifinale dalla serba Milica Nikolić, vincitrice dell’incontro per yuko. Ex connazionale di Munkhbat, la kazaka Galbadrakh si è imposta nel match per la medaglia d’oro per ippon, interrompendo il sorprendente cammino di Nikolić, comunque brava ad ottenere un inatteso argento. Il secondo bronzo è stato invece appannaggio della brasiliana Nathalia Brigida.

-48 kg
1. GALBADRAKH, Otgontsetseg (KAZ)
2. NIKOLIC, Milica (SRB)
3. BRIGIDA, Nathalia (BRA)
3. MUNKHBAT, Urantsetseg (MGL)
5. CORCHER, Sephora (FRA)
5. FIGUEROA, Julia (ESP)
7. MOUNIER, Cheyenne (FRA)

52 KG DONNE

Sorella minore di Priscilla, la ventenne francese Astride Gneto ha ottenuto il successo più importante della sua giovane carriera, superando per ippon la numero uno del seeding, la statunitense Angelica Delgado. Un risultato inatteso per colei che partiva accreditata solamente della sesta testa di serie, sebbene si tratti della campionessa europea junior del 2015. In ottima forma nelle ultime settimane, la britannica Kelly Edwards ha conquistato la medaglia di bronzo al pari della brasiliana Jessica Pereira.

-52 kg
1. GNETO, Astride (FRA)
2. DELGADO, Angelica (USA)
3. EDWARDS, Kelly (GBR)
3. PEREIRA, Jessica (BRA)
5. PIENKOWSKA, Karolina (POL)
5. TOPOLOVEC, Tihea (CRO)
7. GILES, Chelsie (GBR)
7. SIKIC, Tena (CRO)

57 KG DONNE

L’ultima finale di questa prima giornata ha visto una nuova vittoria francese grazie ad Hélène Receveaux, che si rilancia così dopo la mancata convocazione per i Giochi Olimpici, assegnata ad Automne Pavia. Favorita della vigilia, la venticinquenne si è imposta sulla tedesca Theresa Stoll con un ippon in soli cinquantuno secondi, tornando alla vittoria ad Abu Dhabi dopo quella del 2012, quando il torneo era ancora un Grand Prix. Replica sul terzo gradino del podio, dove troviamo ancora Francia e Germania, rispettivamente con Lola Benarroche e Johanna Müller.

-57 kg
1. RECEVEAUX, Helene (FRA)
2. STOLL, Theresa (GER)
3. BENARROCHE, Lola (FRA)
3. MUELLER, Johanna (GER)
5. DURBACH, Manon (LUX)
5. ROGIC, Jovana (SRB)
7. EQUISOAIN, Jaione (ESP)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top