Judo, European Cup 2016: oro per Lombardo e Meloni a Malaga, cinque i bronzi

Judo-Daniel-Lombardo.jpg

È stata una prima giornata prolifica quella dei judoka italiani all’European Cup di Malaga 2016. Gli azzurri hanno infatti collezionato due medaglie d’oro e cinque di bronzo, oltre a due quinti e due settimi posti. Solamente la Francia può vantare un bilancio migliore, con le sue quattro medaglie d’oro.

Il primo successo è arrivato nella categoria 60 kg, dove il ventiquattrenne Daniel Lombardo è salito sul gradino più alto del podio dopo una lunga serie di medaglie internazionali. L’azzurro ha sconfitto per ippon lo spagnolo Raúl Díaz López, alle penalità il francese Florent Manquest e, in finale, il belga Joran Schildermans con uno yuko ed un definitivo ippon. Nella stessa categoria, Luca Caggiano ha conquistato la medaglia di bronzo, mentre Mario Petrosino si è classificato settimo.

Nella categoria 73 kg si è invece imposto Augusto Meloni, altro ventiquattrenne che torna alla vittoria sul circuito continentale quattro anni dopo il primo successo. L’azzurro ha iniziato superando alle penalità lo spagnolo Alberto Menéndez Rubiera, ma si è poi scatenato inanellando tre ippon contro l’altro italiano Enrico Parlati, il canadese Warren Seib e, in finale, il temibile francese Samuel N’Zingo. Emanuele Bruno, ancora in fase di apprendistato in questa categoria, e Leonardo Casaglia hanno completato il podio.

L’ultima categoria maschile in gara oggi, la 66 kg, ha visto il terzo posto di Matteo Piras, mentre Salvatore Mingoia si è fermato ai piedi del podio perdendo con il portoghese João Crisóstomo. Da notare il successo del francese Walide Khyar, campione europeo della categoria inferiore, che si è concesso una sortita in questa division di peso prima di ritrovare la forma massima in vista del Grand Slam di Tokyo, dove tornerà a scendere.

L’unica medaglia del settore femminile è invece arrivata dalla categoria 57 kg, dove Samanta Fiandino si è classificata terza. La vittoria è andata alla francese Priscilla Gneto, che ha subito ottenuto il massimo risultato all’esordio dopo il cambiamento di categoria post-olimpico. Da sottolineare anche il quinto posto di Maria Centracchio, anche lei salita di peso per combattere tra le 63 kg, ed il settimo di Rossana Gentile (52 kg).

RISULTATI

UOMINI

-60 kg
1. LOMBARDO, Daniel (ITA)
2. SCHILDERMANS, Joran (BEL)
3. BIZON, Marcel (GER)
3. CAGGIANO, Luca (ITA)
5. DIAZ LOPEZ, Raul (ESP)
5. MANQUEST, Florent (FRA)
7. GARCIA TORNE, David (ESP)
7. PETROSINO, Mario (ITA)

-66 kg
1. KHYAR, Walide (FRA)
2. MIRANDA, Augusto (PUR)
3. CRISOSTOMO, Joao (POR)
3. PIRAS, Matteo (ITA)
5. CASES ROCA, Salvador (ESP)
5. MINGOIA, Salvatore (ITA)
7. LABRADO FERNANDEZ, Adrian (ESP)
7. SCHEIBEL, Manuel (GER)

-73 kg
1. MELONI, Augusto (ITA)
2. N ZINGO, Samuel (FRA)
3. BRUNO, Emanuele (ITA)
3. CASAGLIA, Leonardo (ITA)
5. KRISCHKE, Johannes (GER)
5. SEIB, Warren (CAN)
7. MENENDEZ RUBIERA, Alberto (ESP)
7. PASKE, Alex (GBR)

DONNE

-48 kg
1. CLEMENT, Melanie (FRA)
2. URDIALES, Manon (FRA)
3. GARCIA MESA, Cinta (ESP)
3. MARTINEZ ABELENDA, Laura (ESP)
5. LAPUERTA COMAS, Mireia (ESP)
5. WOJCIAK, Milene (FRA)
7. CASAS, Cristina (ESP)
7. HIDALGO LEDO, Elena (ESP)

-52 kg
1. ISSOUMAILA, Aurelia (FRA)
2. RAYNAUD, Louise (FRA)
3. BRIEUX, Amelie (FRA)
3. LOPEZ SHERIFF, Estrella (ESP)
5. DIAZ VIDAL, Irene (ESP)
5. HOGREFE ACEA, Sofia (ESP)
7. BOBRIKOVA, Daria (RUS)
7. GENTILE, Rossana (ITA)

-57 kg
1. GNETO, Priscilla (FRA)
2. LIBEER, Mina (BEL)
3. FIANDINO, Samanta (ITA)
3. GUICA, Ecaterina (CAN)
5. ETIENNAR, Treicy (FRA)
5. STOLL, Amelie (GER)
7. GLAAS, Ebba (SWE)
7. KOSTENKO, Mariya (RUS)

-63 kg
1. HERRMANN, Vivian (GER)
2. PUCHE, Isabel (ESP)
3. CABANA PEREZ, Cristina (ESP)
3. PADILLA GUERRERO, Sarai (ESP)
5. CENTRACCHIO, Maria (ITA)
5. LOPEZ AGUILERA, Angeles (ESP)
7. LOPEZ MANCHON, Alba (ESP)
7. SCHWEINOCH, Alice Judith (GER)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top