Hockey su pista. Europei Under20. Portogallo-Italia 6-3. Il muro azzurro regge un tempo, poi si sgretola. E adesso si mette male…

Hockey_pista_Mariotti_FIHP_Facebook.jpg

Non c’è storia nel secondo match del gruppo B tra Italia e Portogallo. I lusitani, detentori delle ultime quattro edizioni degli Europei Under20, non hanno grossi problemi nel portare a casa la vittoria contro un’Italia bella a metà e costretta a soccombere nella seconda frazione di gioco dopo aver dato tutto nel primo tempo, concluso in parità. E pensare che gli azzurri erano riusciti persino a passare in vantaggio in avvio di ripresa, illusione durata poco più di 30 secondi e spazzata via da una raffica di gol negli ultimi 13 minuti della gara. Il ct Mariotti ha apportato un unico cambio nella formazione iniziale, inserendo Alberto Greco al posto di Giacomo Maremmani. Davanti a Verona, dunque, oltre a Greco, il tecnico ha dato spazio ai confermatissimi Barbieri, Compagno e Gavioli, protagonisti della rimonta di ieri contro Andorra.

L’avvio di gara è promettente e gli azzurrini sono apparsi a lungo in grado di tener testa ai campioni in carica, al punto che, nonostante la rete di Goncalo Pinto dopo 7’29”, l’Italia è riuscita a riportarsi in parità grazie ad un gol di Davide Gavioli al minuto 12’17”. L’illusione è proseguita persino quando, dopo 4’22” della ripresa, Nicolas Barbieri ha infilato Tiago Rodrigues portando in vantaggio gli azzurri, ma la risposta immediata di Goncalo Conceicao al minuto 4’57” del secondo tempo ha fatto calare il buio sulla prestazione dei ragazzi guidati da Mariotti.

Lo scoramento per il gol subito e la stanchezza affiorata col passare dei minuti, infatti, hanno consentito al Portogallo di ribaltare nuovamente la partita e dilagare fino al 6-2 grazie ai gol di Goncalo Conceicao (7’04”), Goncalo Pinto (8’41”), Tomas Moreira su rigore (15’59”) e Pedro Batista (18’10”). La marcatura di Francesco Compagno al minuto 18’20” ha consentito all’Italia di limitare i danni, fissando il risultato sul 6-3 per i lusitani.

In classifica ora gli azzurrini si trovano a quota 1 in terza posizione, a 5 punti dall’irraggiungibile Portogallo e a 3 da Andorra, che ha prevalso per 5-3 contro l’Inghilterra, mestamente ferma a 0 punti. Ai quarti di finale di giovedì passeranno tutte e otto le componenti dei due gruppi e domani l’Italia dovrà battere l’Inghilterra e sperare in un regalo del Portogallo contro Andorra per conquistare un secondo posto in classifica che garantirebbe agli azzurri un percorso più agevole nella fase ad eliminazione diretta, che nelle condizioni attuali appare davvero proibitiva.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Facebook FIHP

Lascia un commento

Top