Hockey su pista, Europei Under20. Inghilterra-Italia 0-9: che riscatto per gli azzurrini! Domani i quarti contro la Germania

Italia_Mariotti_Cerh_Cattini.jpg

Non c’è storia nell’ultimo match del gruppo B degli Europei Under20 in Svizzera. L’Italia strapazza l’Inghilterra e si prende con prepotenza il secondo posto in classifica, oggettivamente il miglior risultato possibile visto lo strapotere manifestato dal Portogallo, detentore degli ultimi quattro trofei continentali. Gli azzurrini ringraziano anche i lusitani per il regalo confezionato grazie al successo contro Andorra, sconfitta 3-1 e relegata in terza posizione alle spalle dell’Italia.

Il ct Massimo Mariotti contro i britannici decide per un importante cambio in formazione. Il promettente Bruno Sgaria, miglior portiere nelle prime tre partite del campionato di serie A1, prende il posto del capitano Mattia Verona tra i pali. Davanti a lui agiscono Greco, Barbieri, Compagno e Gavioli. L’Italia impiega appena 2’26” per passare in vantaggio grazie a Greco e la partita si mette subito in discesa. Dopo 6’30” va a segno Barbieri, a cui fa seguito al minuto 6’58” un penalty trasformato da Compagno. All’appello manca soltanto Gavioli, la cui rete non si fa attendere, fissando il risultato sul 4-0 dopo appena 7’47” di gioco. Il match è ormai incanalato nella direzione degli azzurri, ma Compagno (15’24”) decide di siglare subito la sua doppietta personale, ponendo fine alla prima frazione con un 5-0 che non lascio spazio ad alibi di sorta per il quintetto inglese. Nella ripresa, Mariotti decide di concedere spazio alle seconde linee, che si mettono in mostra con altre quattro reti, confezionate da Maremmani (3’17”), Gavioli (7’45”), Nadini (10’08”) e Zambon (15’44”), che inchiodano la partita sul 9-0.

L’Italia così sale a 4 punti nella classifica finale del girone, a pari merito con Andorra, ma davanti a quest’ultima in base ai criteri stabiliti dalla federazione internazionale. La seconda piazza consente agli azzurrini di affrontare un quarto di finale tutt’altro che proibitivo domani alle 18.30 contro la Germania, reduce da due scoppole contro Spagna e Francia e capace di battere finora soltanto i padroni di casa della Svizzera con grande sofferenza. La strada verso la semifinale appare oggi più agevole che mai.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Marzia Cattini per Cerh

Lascia un commento

Top