GP2 – Mondiale 2016: Giovinazzi in testa ad una gara dalla fine. Si può sognare

11081412_10202809686443686_1897553163296502511_n.jpg

Che pilota ragazzi! Ci scuserete per l’espressioni poco professionale ma non viene in mente altro per descrivere le prestazioni di Antonio Giovinazzi in quel di Sepang (Malesia) nel penultimo appuntamento del Mondiale di GP2, categoria propedeutica alla F1. Il 23enne pugliese del Team Prema Racing, grazie al primo e quarto posto di gara-1 e gara-2, ha conquistato la vetta della graduatoria iridata, scavalcando il compagno di squadra Pierre Gasly, proiettandosi al round di Abu Dhabi con fiducia e convinzione (7 punti di vantaggio su Gasly).

CLASSIFICA GP2

immagine

Un Giovinazzi da urlo quello che si è visto, soprattutto, nella prima manche, nella modalità più vicina a quello che potrebbe essere il suo futuro nel grande Circus dei motori, abile nella gestione degli pneumatici ed aggressivo. Tutte qualità che Antonio ha messo in mostra nel duello contro il russo Sergey Sirotkin, diretto rivale per il successo della run1. Una manovra all’esterno della curva 1 da stropicciarsi gli occhi ha regalato al rookie del campionato GP2 la vittoria e la testa della graduatoria, impressionando per l’apparente facilità.

What a move!” gridavano in cabina di commento i cronisti stranieri. Un coraggio leonino degno di un campione in erba che vuol riportare i piloti italiani  in F1 dopo un lungo digiuno. Sono cinque anni che un nostro rappresentante non milita in Formula 1 ed il giovane di Martina Franca (Taranto) ha tutte le caratteristiche per poterci essere. Seguito, infatti, con un occhio di riguardo da Red Bull, al pari del suo teammate Gasly, Giovinazzi ha tutto per poter entrare nella massima categoria dell’automobilismo dalla porta principale, avendo dimostrato nella sua prima stagione in GP2 di essere tra i più forti. 5 vittorie ed 8 podi parlano chiaro sulla condotta del nostro campioncino ed ora nello scenario affascinante dello Yas Marina Circuit vorrà giocarsi tutte le proprie carte per centrare un obiettivo incredibile alla vigilia, ovvero la vittoria del titolo. Niente è impossibile per il ragazzo cresciuto a pane e Michael Schumacher. Non resta altro che goderci lo spettacolo ed attendere il risultato della pista il 27 novembre.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto da profilo FB Antonio Giovinazzi

 

Lascia un commento

Top