Golf, Ryder Cup 2016. Love III: “Contento di essere in vantaggio”. Clarke: “Siamo dietro, ma con un certo slancio”

Ryder-Cup-Twitter-Ryder-Cup.jpg

Le emozioni non sono mancate nella prima giornata della Ryder Cup 2016. Il team USA ha letteralmente dominato la prima sessione di match play, salvo poi ridurre il suo enorme vantaggio nei fourball pomeridiani, chiudendo sul 5-3 nei confronti del team Europa. La striscia positiva degli alfieri del vecchio continente ha restituito fiducia ad un gruppo letteralmente annichilito dalla dimostrazione di forza degli americani durante i quattro foursomes iniziali, conclusi con un perentorio 4-0, primo caso nella storia in cui la prima sessione si chiude con un “cappotto” e nona volta in assoluto in cui un team conquista tutti e 4 i punti di una singola sessione.

Il capitano della squadra europea, Darren Clarke, non ha convinto per le scelte effettuate in avvio di contesa, ma ha apportato gli opportuni accorgimenti nella seconda parte della giornata e i suoi ragazzi sono stati abili ad accorciare le distanze e a restituire imprevedibilità ad un torneo che sembrava già chiuso dopo poche ore. “Considerando la posizione in cui eravamo all’ora di pranzo, – ha spiegato Clarke – potrei dire che sono contento di avere un piccolo deficit con un certo slancio. Questi sono i match play e i ragazzi hanno lottato per riscattare un avvio deludente e far pendere la bilancia dalla parte dell’Europa almeno durante la sessione pomeridiana”.

Più sintetico il commento di Davis Love III, soddisfatto per l’atteggiamento mostrato dai suoi ragazzi, ma forse un po’ impaurito dalla rimonta degli avversari. “Sono contento di essere in vantaggio” ha affermato Love, che intanto si gode un Phil Mickelson in buona forma e capace di annientare, in coppia con Rickie Fowler, il campione nordirlandese Rory McIlroy nel secondo foursome di giornata. “Ho giocato col cuore. – ha spiegato il veterano del team USA – Nel corso del match non sono riuscito a indirizzare bene la palla, ma il mio compagno e il capitano sono stati bravi a tirare fuori il meglio di me. Ho avvertito la pressione più che in altre occasioni passate, forse a causa del mio percorso in questi ultimi due anni e della tensione che avevo accumulato nel tempo”.

Uno dei protagonisti del recupero del team Europa è stato lo spagnolo Rafa Cabrera Bello, che in coppia con il connazionale Sergio Garcia ha portato a casa un punto fondamentale per le sorti della sua squadra. “Giocare al fianco di Sergio è stato davvero speciale. – ha affermato il fuoriclasse iberico – Non avrei potuto scegliere un partner migliore di lui per la mia prima partita di Ryder Cup e sono orgoglioso dell’intesa che abbiamo trovato e del gioco espresso sul green, grazie alle quali abbiamo portato a casa un punto prezioso”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Ryder Cup

Lascia un commento

Top