Golf, Ryder Cup 2016: gli USA conservano un solo punto di vantaggio dopo i foursome! L’Europa rinasce grazie a Garcia e Cabrera

10665367_812491552128502_8972620164098040387_n.jpg

Ieri avevamo temuto che la Ryder Cup 2016 fosse già praticamente conclusa dopo la prima giornata, quando team USA aveva infilato un clamoroso 4-0 nella sessione del mattino. La serata ci aveva restituito invece un’Europa rivitalizzata e in rimonta, come suggerito dallo stesso capitano Darren Clarke, e nei foursome di questo pomeriggio tale impressione è stata confermata. La squadra del Vecchio Continente non solo è riuscita a recuperare punti visto l’esito di 2-1 dei foursome (l’ultimo dei quali si è concluso in parità tra lo stupore generale), che consente ancora agli statunitensi di mantenere un vantaggio di 6,5 a 5,5, tuttavia le speranze europee sembrerebbero essere in risalita con un parziale di 5,5 a 2,5 dopo il 4-0 di partenza, e sarà tutto da vedere ciò che accadrà stasera e soprattutto domani.

Nel primo match up del mattino il duo Rory Mcllroy/Thomas Pieters ha regolato senza troppi patemi la coppia formata da Rickie Fowler e Phil Mickelson con lo score di 4&2, frutto di un dominio che ha caratterizzato la parte iniziale e finale del percorso. Gli europei si sono infatti portati in vantaggio di ben 3 up dopo cinque buche, e poi sono stati attenti nel rintuzzare il tentativo di rimonta degli avversari grazie a due birdie consecutivi alla 15 e alla 16. Brandt Snedeker e Brooks Koepka hanno invece avuto la meglio per 3&2 su Henrik Stenson/Matt Fitzpatrick, al termine di una sfida che ha visto i campioni a stelle e strisce condurre costantemente la gara. La determinazione degli uomini di Clarke aveva però consentito di riportarsi in parità recuperando 2 up di svantaggio, preludio a due straordinari birdie degli americani alla 15 e alla 16 che hanno sancito la definitiva resa del Vecchio Continente.

Equilibratissima la contesa tra Jimmy Walker/Zach Johnson e Justin Rose/Chris Wood che ha assegnato il secondo punto odierno all’Europa, conclusasi alla 18esima buca per 1 solo up di differenza. I giocatori a stelle e strisce sono stati in grado di rimontare 2 up su tre nelle ultime cinque buche, tuttavia il vantaggio era talmente consistente che è rimasto soltanto il rimpianto di non essere riusciti a dare il proprio meglio nella parte inaugurale del percorso.

Incredibile davvero quanto successo nell’ultimo match up, meritevole senza esagerare di un capitolo a parte, con il duo iberico composto da Sergio Garcia e Rafa Cabrera Bello che è riuscito nell’impresa di agguantare la parità al termine delle 18 buche contro Patrick Reed e Jordan Spieth, incapaci dal canto loro di sfruttare un vantaggio di 4 up quando mancavano sei buche al termine. La reazione degli spagnoli è stata travolgente, soprattutto perchè fin lì si erano rivelati abbastanza deludenti,  sensazione che è stata tuttavia annientata dai tre birdie consecutivi tra la 15 e la 17, a testimonianza che questa competizione è davvero in grado di regalare emozioni uniche.

I quattro fourball previsti nella serata italiana risulteranno dunque decisivi, dal momento che ci permetteranno di delineare con più precisione lo scenario con cui avranno luogo le sfide individuali di domani. Una certezza è però tornata sovrana nella più importante competizione golfistica del panorama internazionale, cioè che tutto può ancora succedere in un verso o nell’altro. Ricordiamo che per aggiudicarsi il trofeo sono sufficienti i fatidici 14 punti e mezzo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Ryder Cup

Lascia un commento

Top