Golf, PGA Tour. WGC-HSBC Champions: Matsuyama trionfa e scrive la storia, Rory Mcllroy rimonta fino ai piedi del podio. Francesco Molinari chiude sesto

Matsuyama-Shanghai-Profilo-Twitter-PGA-Tour-e1477820413851.jpg

Hideki Matsuyama corona nel migliore dei modi un weekend da urlo e si aggiudica il WGC-HSBC Champions, prestigioso appuntamento del PGA Tour in corso di svolgimento allo Sheshan International Golf Club di Shanghai, diventando così il primo golfista asiatico a trionfare nei 18 anni di storia del torneo. Il giapponese ha sfoderato un’ottima prestazione anche nell’ultimo giro chiuso a  -6 in 66 colpi (-23 complessivo), complice soprattutto una straordinaria sequenza di tre birdies consecutivi a cavallo tra tredici e la sedici. Da segnalare che il 24enne nipponico ha completato le ultime 45 buche senza incappare in alcun bogey, piazzandosi soltanto ad un colpo di distanza dal record della manifestazione siglato tre anni fa dallo statunitense Dustin Johnson. Alle sue spalle, ma nettamente staccati, si collocano lo svedese Henrik Stenson (-16) e l’americano Daniel Berger (-16), mentre si ferma al quarto posto la rimonta del numero 3 del ranking mondiale Rory Mcllroy, anche oggi nel vivo delle operazioni e capace di completare il percorso in 66 colpi, a testimonianza di quanto il primo giro al di sotto delle aspettative abbia inciso profondamente sulle sue chance di vittoria. Chiude a -15 anche lo statunitense Bill Haas, che precede un terzetto a -14 formato dall’inglese Ross Fisher, dall’americano Rickie Fowler e dall’azzurro Francesco Molinari.

Il golfista torinese chiude dunque al sesto posto, propiziato da un calo nelle ultime due giornate derivante dalla lunga assenza dopo la vittoria all’Open d’Italia. Per Molinari oggi andamento un pochino discontinuo caratterizzato da quattro birdies e due bogeys, che gli ha fatto perdere infatti due posizioni rispetto a ieri. In risalita, invece, il detentore del titolo Russell Knox, che termina nono in coabitazione con lo spagnolo Sergio Garcia. Va molto peggio al grande protagonista della Ryder Cup Thomas Pieters, relegato alla 14esima piazza e incapace nel turno odierno di scendere sotto il par. Molto al di sotto delle aspettative, infine, le prestazioni di Lee Westwood e del numero 2 del mondo Dustin Johnson, i cui punteggi realizzati nel quarto giro non servono tuttavia a riscattare una trasferta in terra cinese vissuta nell’anonimato e conclusa rispettivamente al 29° e 35° posto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter PGA Tour

Lascia un commento

Top