Ginnastica, RIVOLUZIONE in arrivo: una tecnologia 3D per riconoscere gli elementi! Aiuto ai giudici in vista delle Olimpiadi 2020

Italia-ginnastica-Ferrari-Fasana-Ferlito-Rizzelli.jpg

La ginnastica artistica sarebbe vicina a una nuova rivoluzione che cambierebbe radicalmente la disciplina. Morinari Watanabe, nuovo Presidente della Federazione Internazionale eletto lo scorso mercoledì, ha proposto l’introduzione di un nuovo sistema tecnologico che dovrebbe garantire oggettività nei giudizi e dei risultati più attinenti al vero, senza che la soggettività umana rischi di cambiare i verdetti.

Questa nuova tecnologia userebbe dei laser che catturerebbero il movimento delle ginnaste. Si tratta di un’avanzatissima tecnologia 3D ideata dalla Fujitsu e presentata durante il Consiglio Elettivo svoltosi qualche giorno fa.

Gli elementi eseguiti dalle ginnaste verrebbero automaticamente riconosciuti da un computer, dando oggettività nella valutazione delle difficoltà. Permetterebbe poi di valutare meglio anche l’esecuzione e sarebbe quindi un validissimo strumento di aiuto per i giudici. Come ha dichiarato Bruno Grandi, Presidente della FIG per 20 anni che ha lascerà il posto a Watanabe dal 1° gennaio: “Nel calcio sai quando si segna un goal (a dire il vero è una rivoluzione molto recente, ndr) ma nella ginnastica non è così semplice”.

Watanabe ha detto che vorrebbe introdurre ancora più tecnologia perché attualmente poche persone comprendono la ginnastica. L’idea sarebbe quella di rodare questo sistema nelle competizioni nipponiche del prossimo anno e poi di farla debuttare a livello internazionale in occasione della tappa di Coppa del Mondo che si svolgerà a Tokyo il 7 aprile 2018. L’obiettivo è che possa essere perfettamente attiva alle Olimpiadi 2020 che si svolgeranno proprio nella capitale nipponica da cui proviene Watanabe.

 

Lascia un commento

Top