F1, GP Malesia 2016 – Analisi qualifiche: Hamilton un marziano, Ferrari in difficoltà

Hamilton-10-Monza-Foto-Cattagni.jpg

Signori, che Lewis Hamilton! Un missile sul tracciato di Sepang, luogo del sedicesimo appuntamento del Mondiale di F1 2016. L’inglese, a bordo della Mercedes, ha infatti conquistato la sua ottava pole stagionale, la 57esima in carriera (100esima prima fila). Numeri impressionanti per Hamilton, dominante, fino a questo momento, sulla pista malese, fregiandosi anche del nuovo primato della pista in 1’32″850 essendo l’unico ad infrangere il muro del 1’33” in qualifica. Un Lewis molto motivato quello che si è presentato in questo weekend: concentrato , metodico e voglioso di recuperare la leadership del Mondiale, attualmente occupata dal compagno di squadra Nico Rosberg (a quota 273 punti con 8 lunghezze di vantaggio sul britannico), secondo nella griglia di partenza ed autore di qualche errore di troppo nel Q3. Sarà dunque un dominio delle frecce d’argento?

Per quello che si è visto, sembrerebbe di si ma domani si correrà in un orario diverso dalle qualifiche e potrebbe esserci anche l’arrivo della pioggia. Un elemento in grado di scompaginare i piani dei team, affidando il tutto alla genialità dei piloti. Vero è che alle spalle delle vetture di Stoccarda, la Red Bull, dopo i problemi di ieri, ha fatto la voce grossa aggiudicandosi la sfida per la seconda fila con la Ferrari, grazie a Max Verstappen (terzo) e Daniel Ricciardo (quarto) e mettendo in evidenza il solito straordinario telaio nel tratto centrale del circuito. Monoposto di Milton Keynes che, in ottica gara, come le Mercedes, potranno disporre di un compound morbido non utilizzato e ciò, sulla carta, dovrebbe garantirebbe un vantaggio non trascurabile.

In difficoltà, invece, la Ferrari (Sebastian Vettel quinto e Kimi Raikkonen sesto), non sufficientemente veloce sul giro singolo e con qualche problema di troppo, specie nell’ultima parte della pista dove la SF16-H ha palesato i soliti problemi di trazione nell’ultima curva. Domani, quindi, le due Rosse dovranno puntare molte delle proprie fiches al via, sperando in una partenza migliore delle RB, in lotta per il secondo posto nel campionato costruttori. Oltre allo scatto dal semaforo, la strategia avrà un peso determinante e vedremo se dal muretto Maurizio Arrivabene ed i suoi collaboratori riusciranno a gestire al meglio una corsa che si prospetta più complicata del previsto.

Clicca qui per visionare la cronaca delle qualifche

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top