F1, GP Giappone 2016 – Sebastian Vettel: “La strategia è stata scelta insieme al team”

Vettel-3-Monza-Foto-Cattagni.jpg

Queste le dichiarazioni di Kimi Raikkonen ai microfoni Rai dopo la gara nel Gp in Giappone che lo ha visto penalizzato fin dallo start in griglia con la retrocessione di cinque posizioni a causa della sostituzione del cambio.

“Sono partito bene ma non avevo spazio e sono rimasto bloccato dietro diverse vetture. E’ stato difficile fare i doppiaggi ma nell’insieme l’auto sta bene. Certo sono deluso per il cambio perché la monoposto era buona e partendo più avanti avrei potuto fare meglio però… Con Ricciardo non è stata una vera lotta. Mi sono fermato prima di lui per il pit-stop e poi sul finire della gara ho avuto problemi con gli pneumatici. Sulla gara di Austin in programma tra due settimane non so cosa accadrà e se riusciremo a stare avanti alle Red Bull”.

Abbastanza soddisfatto l’altro ferrarista, Sebastian Vettel, che  salvo alcune recriminazioni per le difficoltà nei doppiaggi rimane soddisfatto della sua monoposto:

“Mi sarebbe piaciuto essere sul podio ed eravamo anche in lotta per il secondo posto inizialmente ma poi abbiamo deciso di andare sul lungo con la strategia (Intervista Sky). E’ una gara che dobbiamo prendere così com’è. La strategia comunque è stata decisa insieme sulla base delle prestazioni della monoposto anche perché mi stavo avvicinando a Max nel frattempo ma poi sono rimasto imbottigliato per via dei doppiaggi, perdendo di fatto anche la posizione su Lewis. Tuttavia il distacco dal podio è risicato quindi le sensazioni sono positive. Molti, in questi giorni, hanno parlato male di noi, alcuni giustificati, altri no. Ma ad ogni modo in qualifica ieri ci siamo comportati bene guadagnando la seconda fila, poi oggi in gara siamo stati avanti per cui possiamo portarci a casa buone sensazioni”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top