Ciclomercato 2017: Vincenzo Nibali e Peter Sagan sono i fari. Degenkolb nuovo Cancellara?

Nibali-Cometto-Boschetti.jpg

Con l’avvicinarsi della stagione 2017 vanno a definirsi con sempre maggiore precisione i roster delle squadre di ciclismo per il nuovo anno. Peter Sagan e Vincenzo Nibali sono stati gli assoluti protagonisti di questa sessione di ciclomercato, andando a sconvolgere quelli che erano gli equilibri all’interno del World Tour.

Il due volte campione del mondo in carica si è accasato alla Bora-Hansgrohe, formazione professional che dal prossimo anno dovrebbe passare al massimo circuito mondiale. Sagan punterà a milgiorare ancora quanto fatto nel 2016 e per riuscirci ha portato con sé corridori solidi e in grado di far fare il salto di qualità alla squadra. Tra i gregari fidati troviamo Bodnar, Kolar e il frattelo Juraj, mentre si è aggiunto anche un passistone d’esperienza come Burghardt. Rafal Majka e Leopold König si spartiranno il ruolo di capitano per le corse a tappe.

Nibali, invece, ha sposato il nuovo progetto del Bahrein-Merida: una squadra costruita quasi sulla sua figura e in cui occuperà un ruolo di primaria importanza. Attualmente la squadra sembra molto forte ma potrebbe mancare di organicità nella sua costruzione: con lo Squalo si sono accasati corridori come Colbrelli, Visconti, Bole, Boaro, Haussler, Gasparotto, Navardauskas, Javi Moreno e Ion Izagirre. Tanti ottimi atleti che però potrebbero faticare ad adattarsi l’uno con l’altro. Ha firmato per la formazione degli emirati anche Joaquim Rodriguez ma non è ancora dato sapere quanto (probabilmente molto poco) correrà il corridore spagnolo che aveva annunciato il ritiro durante l’ultimo Tour de France.

Perso Fabian Cancellara, la Trek-Segafredo per le classiche del nord punterà su John Degenkolb, uno dei pezzi pregiati di quest’inverno. Già vincitore di una Roubaix, viene da un 2016 difficile a causa di problemi fisici nati ad inizio stagione a causa di un incidente: il suo ruolo sarà quello di sostituire Cancellara a livello di risultati e personalità all’interno del team. Per farlo sarà aiutato anche da Alberto Contador, che ha rimandato il ritiro probabilmente per provare un ulteriore attacco al Tour de France. Le speranze, al momento, sembrano risicate.

Con il trasferimento di Degenkolb, la Giant-Alpecin (che diventerà Sunweb-Giant) ha ingaggiato l’australiano Michael Matthews, corridore simile che però potrebbe puntare ad obiettivi diversi. In ogni caso, un rinforzo di spessore in attesa che riesca ad esprimersi ai massimi livelli. Manca ancora, nel suo palmares, una vittoria di prestigio. Cerca riscatto Philippe Gilbert, che ha lasciato la Bmc per trasferirsi all’Etixx-QuickStep, squadra creata per le classiche e che potrebbe aiutarlo nel tornare ai massimi livelli. Magari provando anche un nuovo assalto al Giro delle Fiandre cui era andato vicino nel 2011.

Cambierà nome e probabilmente non avrà più licenza italiana la Lampre-Merida, che diventerà Tj Sport: la filosofia e il gruppo rimarranno gli stessi. Resta alla base il capitano Ulissi e con lui anche Modolo. Perso Davide Cimolai, arriveranno ottimi innesti: dai giovani Ganna, Consonni, Troia e Ravasi ai più navigati Ben Swift, Marco Marcato, Darwin Atapuma e un Andrea Guardini che deve rilanciarsi dopo l’esperienza in Astana.

CLICCA QUI PER LA TABELLA CON TUTTE LE OPERAZIONI DI MERCATO IN VISTA DELLA NUOVA STAGIONE

 

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Cometto Boschetti

Lascia un commento

Top