Ciclismo, Mondiali Doha 2016: l’Italia punta su Jakub Mareczko nella prova in linea Under23

Jakub-Mareczko-Ciclismo-Profilo-FB-Mareczko.jpg

Con la cronometro maschile elite di questo pomeriggio, si è chiusa la prima parte del Mondiale di ciclismo che si sta svolgendo in questi giorni in Qatar. Da domani, infatti, i corridori preselezionati dai rispettivi commissari tecnici prenderanno parte alle prove in linea, il classico format di una gara in bicicletta. Si inizierà subito con gli uomini Under 23 (orario di partenza fissato alle 11:00) che percorreranno 166 km alla ricerca dell’Iride di categoria. Come immaginabile per un appuntamento di tale prestigio e importanza, la startlist dei partecipanti sarà di altissima qualità, a partire dai portacolori della nostra Italia.

L’anno scorso, al Mondiale di Richmond (USA), dominarono il traguardo la Francia e gli azzurri che, a posizioni alternate, costituirono il podio. Fu infatti il transalpino Kévin Ledanois a conquistare la medaglia d’oro davanti al nostro Simone Consonni e ad Anthony Turgis. Ai piedi del podio, quarto, l’altro italiano Gianni Moscon.

Come è ormai noto a tutti gli appassionati, il Mondiale di Doha è e rimarrà speciale e particolare: oltre al paesaggio tipico di quelle aree geografiche, infatti, il percorso sarà completamente piatto, senza alcuna variazione altimetrica o piccola asperità. Il tragitto che condurrà i corridori dalla sede di partenza all’arrivo sarà, dunque, costituito dal classico circuito di The Pearl (l’isola artificiale su cui si stanno svolgendo tutte le prove mondiali) da percorrere per un totale di 166 km.

Tanti nomi importanti della categoria U23 saranno al via di questa prova in linea che assegnerà il titolo mondiale e non da meno sarà la Nazionale italiana gestita dal CT Marino Amadori. I convocati italiani sono Vincenzo Albanese (Hopplà Petroli Firenze), Davide Ballerini (Hopplà Petroli Firenze), il vicecampione in carica Simone Consonni (Team Colpack), Riccardo Minali (Team Colpack), Filippo Ganna (Team Colpack) e Jakub Mareczko (Wilier Triestina-Southeast). Molto probabilmente sarà proprio quest’ultimo ad indossare le vesti di capitano. L’italiano di origini polacche avrà attorno a sé una squadra di elevato livello desiderosa quantomeno di confermare il podio della passata stagione. Ci riusciranno? De Candido, al sito ufficiale federciclismo.it ha affermato di avere “Atleti adatti per l’arrivo in volata ed anche per un arrivo con pochi uomini. La grande incognita di questi mondiali sarà il caldo: potrebbe giocare un ruolo fondamentale, ma la nostra è una nazionale agguerrita”.

Sarà possibile seguire la corsa in diretta tv tramite Rai Sport (ch. 57 DTT), disponibile anche on HD sul ch. 557.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook Jakub Mareczko

Lascia un commento

Top