Ciclismo, Mondiali Doha 2016: le azzurre juniores ai raggi X. Da Morzenti a Paternoster, conquistata la pista, ora la strada

CsTVA26XEAAJyx21.jpg

Lunedì 10 e venerdì 14 ottobre, a Doha (Qatar), scenderanno in strada le ragazze della categoria juniores per affrontare le prove del campionato mondiale di ciclismo: la cronometro (lunedì) e la prova in linea (venerdì). Sotto la guida del CT Edoardo Salvoldi, le azzurrine proveranno a dire la loro soprattutto perché, a cronometro, l’Italia potrà contare sulla campionessa e sulla vicecampionessa europee in carica, ovvero Lisa Morzenti e Alessia Vigilia, oro e argento in occasione dell’ultima rassegna continentale di Plumelec (Francia). Nella prova contro il tempo, ci sarà anche una terza azzurra, Elena Pirrone. Allo stesso modo, la prova in linea ci vedrà tra i possibili protagonisti con le ruote veloci di Elisa Balsamo (argento a Plumelec), Chiara Consonni, Martina Fidanza, Letizia Paternoster e la Morzenti. Ma andiamo a scoprire chi sono nel dettaglio le azzurrine che parteciperanno alla kermesse iridata.

LISA MORZENTI: la classe non è acqua e lei ne ha, tanto da aver già strappato un contratto che dall’anno prossimo la legherà all’Astana Women’s Team, il settore femminile della squadra kazaka. Nata il 23 gennaio 1998 a Seriate (BG), per Lisa, i migliori risultati sono arrivati in questa stagione con il titolo europeo e nazionale oltre ad altri ottimi piazzamenti. La cronometro sembra essere il suo habitat ideale.

ELENA PIRRONE: bolzanina, classe 1999 della Gs Mendelspeck, Elena nella scorsa stagione vinse la medaglia di bronzo nella cronometro individuale ai Giochi Olimpici Giovanili Europei di Tbilisi (Georgia). Oltre a questo importante riconoscimento, quest’anno si è imposta nel campionato italiano di categoria con un secondo posto nella cronosquadre e due terzi nella crono individuale e nella prova in linea.

ALESSIA VIGILIA: come detto precedentemente, lei è la vicecampionessa europea della prova contro il tempo dietro solamente all’altra azzurra Morzenti. “Alessia e Lisa sono state grintosissime, non hanno lasciato spazio alle avversarie” ha dichiarato il CT Salvoldi dopo l’ottima prestazione delle due. Ma Vigilia, bolzanina e compagna di team della Pirrone, prima di imporsi in Europa, ha vinto in Italia con un oro nella crono individuale e un argento nella cronosquadre all’attivo.

ELISA BALSAMO: dopo essersi confermata in territorio nazionale con diversi titoli italiani vinti, Elisa è partita alla volta del continente e del mondo arricchendo la sua bacheca con medaglie d’oro nell’inseguimento a squadre e nell’omnium (Mondiali juniores 2016 di Aigle, Svizzera) e nell’inseguimento individuale e omnium (Europei di categoria 2016 di Montichiari, Italia). L’atleta della Valcar PBM sarà una pedina molto importante dello scacchiere di Salvoldi. Ad agosto, è stata convocata per le Olimpiadi di Rio in qualità di riserva, esperienza che a 18 anni può solo fare bene.

CHIARA CONSONNI: sorella dell’altro azzurro Simone, nasce a Ponte San Pietro (BG) il 24 giugno 1999. Oltre ad essersi messa in mostra in numerosi eventi nazionali, Chiara (che corre per la Valcar PBM) è, insieme ad Elisa Balsamo, Letizia Paternoster e Martina Stefani, campionessa europea e mondiale dell’inseguimento a squadre, titoli conquistati quest’anno a Montichiari e Aigle. In alcuni casi basta solo qualche dato per dare l’idea di chi sia e di cosa sia capace una persona: è questo il caso della Consonni.

MARTINA FIDANZA: corre per l’Eurotarget-Still Bike ed è una delle più giovani in gruppo (5 novembre 1999). Come i fratelli Consonni, è originaria di Ponte San Pietro. A livello giovanile è campionessa italiana di tre specialità della pista: velocità, 500 m e keirin. Già esordiente nel panorama internazionale, ha un argento all’attivo nella velocità a squadre conquistato agli Europei di Montichiari.

LETIZIA PATERNOSTER: come le altre già citate, la Paternoster è una dei prospetti più interessanti del nostro ciclismo “in rosa”. Il suo palmarès è già molto corposo seppur soltanto di titoli giovanili. Medaglia d’oro al Mondiale juniores di Aigle nella corsa a punti e nell’inseguimento a squadre, eventi in cui si è ripetuta anche all’Europeo di Montichiari. In quell’occasione, in Lombardia, si aggiudicò anche lo scracht. Anche lei, come Elisa Balsamo e Lisa Morzenti, sarà certamente un punto di riferimento nel gruppo e marcata a vista dalle avversarie.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Federciclismo

Lascia un commento

Top