Ciclismo, Mondiali Doha 2016: Egholm anticipa tutti, beffato Mozzato

CuuynmtWgAA539g1.jpg

A sorpresa non è una volata a decidere il campionato mondiale juniores maschile di ciclismo su strada in quel di Doha. Sul semplice tracciato qatariota, lungo i 135 chilometri percorsi, è un finisseur ad aggiudicarsi il titolo iridato: si tratta del danese Jakob Egholm, abile ad anticipare un gruppo di attaccanti con un attacco partito a circa 10 chilometri dall’arrivo. Medaglie anche per Germania e Svizzera, mentre la beffa arriva per l’Italia: Luca Mozzato chiude al quarto posto, battuto al photofinish nella volata per il bronzo.

Rispetto alle altre prove in linea viste fino ad oggi, quella degli juniores uomini è stata la più indecisa e lottata. Per i primi cinquanta chilometri non c’è stato spazio per gli attaccanti (ci hanno provato in molti), vista un’andatura che è stata sin dalla partenza altissima. La svolta della prova è arrivata a circa 50 chilometri dall’arrivo: lo statunitense McNulty, campione del mondo della cronometro, il danese Johansen e il francese Brunel hanno preso vantaggio sugli inseguitori, ma sono stati raggiunti subito dopo da un gruppetto di diciassette uomini comprendente anche il nostro Luca Mozzato. Gli azzurri però hanno perso leggermente l’attimo giusto, lasciandosi sfuggire l’occasione giusta, ritenendola forse ancora non decisiva. Successivamente Baldaccini e Marchetti hanno provato a rimediare, senza riuscirci.

Al suono della campana dell’ultimo giro sono iniziati gli scatti nel gruppo davanti. Il primo a provarci è stato proprio il più forte passista presente, lo statunitense McNulty, che, una volta ripreso, si è messo in testa a tirare per chiudere su tutti i rivali che abbiano provato ad anticipare la volata. A 10 chilometri dal traguardo una splendida azione da parte della Danimarca: uno stanchissimo Johansen ha messo in strada tutte le sue energie per portare via dal gruppo il connazionale Egholm, guadagnando subito una ventina di secondi su tutti i concorrenti. Il primo a portarsi all’inseguimento è stato il transalpino Brunel che ha raggiunto Johansen provando ad andare a caccia dell’altro danese. Nessuno però è riuscito a raggiungere Egholm che ha potuto trionfare a braccia alzate: alle sue spalle il gruppettino ormai compatto si è giocato in volata le medaglie con il teutonico Markl che ha chiuso secondo e lo svizzero Muller terzo. Grande dispiacere in casa Italia con Luca Mozzato quarto per pochissimo e poco coadiuvato dai compagni di squadra. Arrabbiatissimo al traguardo anche l’altro azzurro Michele Gazzoli, vincitore della volata del gruppo, che può recriminare per una condizione che sembrava eccellente.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Twitter UCI RWC Doha 2016

Lascia un commento

Top