Ciclismo, Mondiali ciclismo Doha 2016: gli U23 dell’Italia ai Raggi X

12043192_889173277785503_1807638995999218470_n-e1443450263291.jpg

Meno di tre giorni al via della settimana più importante dell’anno per quanto riguarda il ciclismo su strada: il Mondiale, che in questa stagione si svolgerà in quel di Doha. Non solo professionisti, fondamentali saranno anche le prove dedicate alle categorie minori, come gli under 23. Andiamo a scoprire gli azzurri convocati ai raggi x.

Vincenzo Albanese: nato il 12 novembre 1996. Non ancora 20enne ha già conquistato il mondo dei grandi andando a trionfare in maglia azzurra nel Trofeo Matteotti, dedicato agli elite. Per l’anno prossimo ha già intascato il contratto della Bardiani CSF, ma la sua stagione non è finita qui: avrà un ruolo importante sul circuito qatariota, supportare la squadra e magari giocarsi le sue carte con una fuga da lontano.

Davide Ballerininato il 24 settembre 1994. Già più volte in maglia azzurra grazie alle convocazioni di Davide Cassani, svolgerà sicuramente un ruolo da gregario sul circuito iridato. Dopo un breve periodo da stagista con la Tinkoff, ha firmato per la prossima stagione con la Androni Giocattoli.

Simone Consonni: nato il 12 settembre 1994, uno dei prospetti più interessanti del ciclismo italiano. Campione tricolore della categoria, lo scorso anno in quel di Richmond sfiorò il successo, chiudendo al secondo posto battuto in volata dal francese Ledanois. Il percorso di Doha non è perfetto per le sue caratteristiche, vista l’altimetria praticamente piatta: in fuga comunque sarà sicuramente da tenere d’occhio visto il suo spunto veloce irresistibile.

Filippo Ganna: nato il 25 luglio 1996, dopo i trionfi su pista si trasferisce su strada a caccia di altri successi. Ad inizio stagione è arrivata la vittoria Mondiale nell’inseguimento individuale, ad agosto ha trascinato la squadra ad un fantastico piazzamento olimpico. Poi il podio europeo a cronometro e la meritatissima convocazione iridata: è tra i favoriti nella prova contro il tempo, sarà fondamentale per la squadra nella corsa in linea.

Jakub Mareczko: nato in Polonia il 30 aprile 1994. Sarà sicuramente il capitano della squadra azzurra: per lui, passato professionista lo scorso anno con la Wilier Triestina-Southeast, le vittorie sono già più di 20. La volata è il suo pane: ha dimostrato di poter giocarsela con i migliori sprinter al mondo e, nella categoria minore, potrebbe davvero partire da favorito. Se sarà davanti negli ultimi 200 metri difficilmente verrà battuto.

Riccardo Minali: nato il 19 aprile 1995, figlio d’arte (il papà Nicola fu professionista per 10 anni), ha già conquistato a suon di grandi prestazioni un contratto con l’Astana. Molto probabilmente al servizio della squadra, ha come grande qualità un ottimo spunto veloce.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FB Consonni

Lascia un commento

Top