Ciclismo: Diego Rosa, pronte Sky o Bmc. Assalto al Giro d’Italia?

Diego-Rosa-Valerio-Origo.jpg

Il nome di Diego Rosa è ormai da mesi tra i più caldi per quanto riguarda il ciclomercato. Ormai 27enne, il piemontese sembra aver completato il processo di maturazione e nel 2016 ha conquistato anche un amaro secondo posto al termine di un Lombardia corso da assoluto protagonista. Il Team Sky, favorito, e la Bmc sembrano interessate all’azzurro tesserato per l’Astana e il cambio di squadra, quasi scontato, potrebbe consegnargli uno spazio maggiore per far valere le sue doti, con l’idea di provare a fare classifica anche nelle corse a tappe.

Rosa è un corridore molto particolare, con caratteristiche quasi uniche. Innanzitutto è molto difficile da leggere: può passare dall’anonimato (ritiro alla Milano-Torino dove si presentava come campione uscente) a prestazioni di assoluto spessore (secondo in un Lombardia corso da gregario prima di ottenere il via libera da Aru nel finale) in soli due giorni. È uno scalatore di alto livello ma fino ad ora, per fare solo un esempio, non ha mai provato realmente a correre da capitano, o seconda punta, in un grande giro. 

Non gli manca il talento per le grandi classiche, considerando i piazzamenti del 2016: decimo alla Liegi e secondo al Lombardia nelle due corse di un giorno più impegnative e che richiedono fondo per riuscire ad arrivare con i migliori. Da qui e dalle prime esperienze da leader della squadra Rosa sembra destinato a lasciare l’Astana e a ritagliarsi uno spazio maggiore per essere finalmente capitano. 

Il Team Sky, considerando il roster infarcito da scalatori, potrebbe dirottarlo sulle classiche, il terreno ideale per Rosa, quntomeno limitandoci a quanto visto fino ad ora. La Bmc, in seconda fila ma comunque in corsa per ingaggiare il corridore italiano, potrebbe offrirgli maggiore spazio per testarsi nelle corse a tappe di tre settimane non avendo un vero e proprio punto di riferimento alle spalle di Richie Porte, che però dovrebbe correre il Tour de France con Diego ipoteticamente al Giro d’Italia. Anche da questa scelta potrebbe passare ed essere influenzato il futuro di Rosa, ormai prossimo alle migliori e più redditizie stagioni della sua carriera. I numeri lì ha, ora deve abbinare alle prestazioni da big anche la costanza di rendimento per soddisfare la squadra che investirà sul suo futuro. 

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

Top