Calcio femminile, Champions League 2016-2017: Verona-Biik Kazygurt 1-1. Le scaligere salutano l’Europa senza sfigurare

gabbiadini-calcio-femminile-foto-edoardo-gramignoli.jpg

Nella cornice dello Stadio “Bentegodi” il match di ritorno dei sedicesimi di finale di Champions League di calcio femminile tra Agsm Verona e Biik Kazygurt ha visto il pareggio 1-1 tra le due compagini e la qualificazione delle ospiti, reduci dal successo 3-1 dell’andata. Un vero peccato per la squadra di Renato Longega che non ha affatto sfigurato essendo poco pragmatica negli ultimi 20 metri.

PRIMO TEMPO – Previsioni della vigilia confermate col tridente offensivo Manuela Giugliano, Martina Piemonte e Melania Gabbiadini schierato per mettere subito sotto pressione la retroguardia delle kazake. Il Kazygurt risponde con un atteggiamento accorto con l’unico riferimento offensivo rappresentato dall’attaccante georgiana Gulnara Gabelia, autrice di una doppietta nel match d’andata. Parte determinato il Verona, facendosi pericoloso al 6′ grazie ad un tiro dalla distanza di Federica Di Criscio che sfiora l’incrocio dei pali sugli sviluppi di un calcio di punizione, alla destra dell’estremo difensore avversario. Superiorità territoriale delle scaligere che però fanno fatica a trovare la porta per eccessiva frenesia, soprattutto nella zona nevralgica del campo. Al 40′ alla prima vera conclusione della squadra allenata da Kaloyan Petrov arriva il goal della solita Gabelia che, grazie ad un pallone beffardo calciato dalla bandierina, sorprende Thalmann ed insacca. Sul punteggio di 0-1 terminano i primi 45′ di gioco.

SECONDO TEMPO –  Nella ripresa l’Agsm prova a scuotersi con l’inserimento in campo di Paige Williams e della giovanissima Veronica Pasini (classe 2000) ed è proprio la sedicenne veronese al 57′ ad avere sui piedi una palla goal gigantesca, innescata da Giugliano, senza però riuscire ad inquadrare lo specchio della porta. L’appuntamento con la marcatura è solo rimandato ed è capitan Gabbiadini a guadagnare un calcio di rigore, dopo aver recuperato il pallone negli ultimi 20 metri, siglando il pareggio al 58′. Dopo due minuti, gialloblu vicinissime al raddoppio, sempre con Di Criscio su una punizione dai 25 metri che si stampa sulla traversa. Kazygurt che si fa vedere al 67′ per un errore grossolano in uscita di Thalmann ma Roseboro non è sufficientemente lucida nella conclusione. Padrone di casa che spingono il piede sull’acceleratore a caccia di due realizzazioni per andare ai tempi supplementari ma, anche per mancanza di esperienza e precisione, la porta difesa da Zheleznyak sembra essere stregata. L’ultimo sussulto del confronto lo dà una percussione centrale dell’infinita Gabbiadini  al 91′ che, lanciata a rete, viene bloccata dal portiere rivale.

 

VERONA – BIIK KAZYGURT 1-1

Reti: 40′ Gabelia, 58′ Gabbiadini

Agsm Verona: Thalmann, Dolstra, Galli, Carro, Di Criscio, Gabbiadini, Giugliano, Piemonte, Nichele, Bruinenberg, Rodella.
A disposizione: Preuss, Boattin, Soffia, Meneghini, Pasini, Williams, Pavana.
Allenatore: Renato Longega.

BIIK-Kazygurt: Zheleznyak, Messomo, Gabelia, Roseboro, Ngandi, Mashkova, Asher, Myanikova, Ihezuo, Adule, Kravets.
A disposizione: Shoikina, Babshuk, Karibayeva, Bortnikova, Krasyukova, Zholchiyeva.
Allenatore: Kaloyan Petrov.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto di Edoardo Gramignoli

Lascia un commento

Top