Basket, seconda giornata Serie A 2016/2017: Aradori e Polonara certezze di Reggio Emilia. A Torino splende Mirza Alibegovic

basket-pietro-aradori-reggio-emilia-foto-roberto-muliere.jpg

La seconda giornata della Serie A di basket si è conclusa e non è stato un turno di campionato memorabile per i giocatori italiani, anche se qualcuno di loro si è messo in mostra. Analizzando solamente i punti a referto le prestazioni migliori sono state quelle di Pietro Aradori e Mirza Alibegovic, protagonisti nelle vittorie di Reggio Emilia e Torino. 

Entrambi hanno chiuso il loro match con 15 punti. Se per Aradori è quasi un’abitudine, visto che resta la prima arma offensiva della Grissin Bon; per Alibegovic è sicuramente un bel segnale. Arrivato a Torino, dopo l’ottima esperienza a Brescia il nativo di Corvallis, cittadina dell’Oregon (è comunque italiano a tutti gli effetti) ha subito mostrato un buon impatto con il campionato italiano e si è ritagliato un ruolo significativo nella nuova ambiziosa Torino di questa stagione. 

Restando in casa Reggio Emilia altra buona prestazione è quella di Achille Polonara. Sono dodici i punti a referto con anche sei rimbalzi, per una valutazione totale di 19 (la migliore in casa Grissin Bon). Questa deve essere una stagione importante per Polonara, che quest’estate ha dovuto smaltire la delusione per la mancata convocazione da parte di Ettore Messina per il Preolimpico (scelta che desta ancora molti dubbi). L’inizio d’anno, tra Supercoppa e campionato, è stato finora ottimo per Achille. 

L’estate di Alessandro Gentile è stata particolare. In nazionale è finita male, con una finale contro la Croazia da dimenticare, poi si è aperto il capitolo mercato e per lunghe settimane il destino di Alessandro è rimasto in bilico tra NBA e permanenza a Milano. Alla fine Gentile è restato all’Olimpia ed ecco che scoppia un nuovo caso con la scelta della società di togliergli la fascia da capitano. Certamente non il miglior modo per cominciare, ma la guardia azzurra è rimasta in silenzio e sta provando a rispondere in campo. Contro Avellino dieci punti, ma anche un plus/minus negativo (-16), che dimostrano che la strada per tornare al top è ancora lunga per la guardia azzurra. 

Nella prima vittoria di Brescia in Serie A c’è anche il timbro di Luca Vitali, che firma sette punti ma anche otto assist. La Germani è una squadra neopromossa che punta ad una salvezza tranquilla, ma la presenza di alcuni grandi esperti del campionato italiano, proprio come Vitali, possono aiutarla anche a sognare qualcosa di più grande. Buona prova anche per Luca Campani nel comodo successo della sua Openjobmetis Varese contro la Pasta Reggia Caserta: per il centro nativo di Montecchio ci sono nove punti, otto rimbalzi e diciassette di valutazione. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTO di Roberto Muliere

Lascia un commento

Top