Basket, quarta giornata Serie A 2016/2017: Reggio Emilia, Avellino e Trento all’inseguimento di Milano

basket-pietro-aradori-reggio-emilia-foto-roberto-muliere.jpg

La quarta giornata della Serie A di basket si era aperta a mezzogiorno con la vittoria dell’Olimpia Milano nel derby lombardo con Brescia. Resta dunque a punteggio pieno la squadra di Repesa, che in questa stagione tra campionato ed Eurolega non ha mai perso.

Il big match di questo turno era quello che metteva di fronte Reggio Emilia e Venezia, in quello che era uno scontro tra due formazioni che sono considerate le principali rivali dell’Olimpia. Ha vinto alla fine la Grissin Bon 85-79 con una grandissima prestazione di Riccardo Cervi e Pietro Aradori, rispettivamente autori di 19 e 18 punti.

Mantiene il passo di Reggio Emilia e continua ad inseguire Milano anche la Sidigas Avellino, che ha superato in trasferta 60-55 la Consultinvest Pesaro, trascinata da uno scatenato Joe Ragland, che ha messo a referto 21 punti.

Sono addirittura due le partite terminate ai supplementari ed in entrambe a festeggiare sono state le squadre di casa. Varese supera 91-81 Brindisi e continua nel suo ottimo momento dopo la vittoria all’esordio in Champions League, mentre Torino batte Cremona 85-82 con Peppe Poeta decisivo dalla lunetta.
Chiude il programma del terzo turno la vittoria di Trento contro Capo d’Orlando 85-76, con la Dolomiti Energia anche lei nel gruppo al secondo posto.

Questo il riepilogo della giornata

Brescia – Milano 80-97
Reggio Emilia – Venezia 85-79
Trento – Capo d’Orlando 85-76
Varese – Brindisi 91-81 d.t.s
Pesaro – Avellino 55-60
Torino – Cremona 85-82 d.t.s
Cantù – Sassari (stasera ore 20.45 Rai Sport 1 HD)
Caserta – Pistoia (lunedì ore 20.45 Sky Sport 2 HD)

CLASSIFICA: Milano 8, Trento, Avellino, Reggio Emilia 6, Venezia, Sassari*, Caserta*, Torino, Varese 4; Brindisi,  Brescia, Cremona, Pesaro, Cantù*, Pistoia*, Capo d’Orlando 2

*una partita in meno

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTO di Roberto Muliere

Lascia un commento

Top