Basket, Nba 2016-2017: vincono i Cavs di LeBron James, sconfitta all’overtime per Danilo Gallinari

Schermata-2016-06-02-alle-13.19.13.png

Scorre ormai a pieno regime la regular season Nba 2016-2017: anche nella giornata di ieri, la notte italiana, si sono disputate otto partite. Vediamo con il consueto riepilogo quanto successo.

Vittoria per i campioni in carica dei Cleveland Cavaliers, che nonostante i 37 punti subiti dai Magic nell’ultimo quarto hanno conquistato la terza vittoria consecutiva. 23 punti per LeBron James, accompagnati anche da 9 assist per i compagni. Ancora imbattuti anche gli Atlanta Hawks, che hanno conquistato il secondo successo stagionale sui 76ers, i Chicago Bulls, facile 118-101 sui Pacers, e i San Antonio Spurs, che non hanno avuto problemi a domare New Orleans tenendo Anthony Davis a soli 18 punti dopo le prime due strepitose partite della stagione ben oltre i 40.

Sconfitta per i Denver Nuggets e Danilo Gallinari: nonostante i 17 punti dell’azzurro la franchigia del Colorado si è arresa all’overtime contro i Portland Trail Blazers, trascinati da Damian Lillard (37 punti e il canestro decisivo a tre decimi dalla sirena). Stessa sorte capitata ai Charlotte Hornets di Marco Belinelli, sconfitti da Boston: il Beli ha messo a referto solo 5 punti e ancora fatica a trovare il canestro da detro la linea dei tre punti.

Tutti i risultati della notte: 

Boston Celtics 104 – 98 Charlotte Hornets
Memphis Grizzlies 104 – 111 New York Knicks
Orlando Magic 99 – 105 Cleveland Cavaliers
Brooklyn Nets 108 – 110 Milwaukee Bucks
Indiana Pacers 101 – 118 Chicago Bulls
New Orleans Pelicans 79 – 98 San Antonio Spurs
Portland Trail Blazers 115 – 113 Denver Nuggets (dopo un supplementare)
Minnesota Timberwolves 103 – 106 Sacramento Kings

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: By Keith Allison from Hanover, MD, USA (LeBron James) [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top