Basket, Nba 2016-2017: Knicks-Cavaliers apre il programma. Subito Golden State e San Antonio in campo

Schermata-2016-06-02-alle-13.19.13.png

Nella notte tra oggi e domani si disputeranno le prime partite valide per la Regular Season dell’Nba 2016-2017. Tanti i temi caldi in vista delle 82 partite che definiranno la classifica e poi dei playoff: riusciranno i Cleveland Cavaliers a confermarsi? Golden State riprenderà il titolo grazie a Durant? I San Antonio Spurs possono provare l’ultimo miracolo?

I campioni in carica, guidati da LeBron James, scenderanno in campo come prima squadra alla Quicken Loans Arena di Cleveland nel match inaugurale contro i New York Knicks. I favori del pronostico sono tutti per i Cavs ma la squadra della Grande Mela, alla ricerca di un Anello che manca dal 1973. Phil Jackson, presidente della squadra, vuole riportarla al successo e quest’anno oltre a Carmelo Anthony al Madison Square Garden scenderanno in campo per la squadra di casa, tra gli altri, anche Derrik Rose e Joakim Noah. Poco, probabilmente, per puntare al titolo ma considerando anche l’apporto del lettone Kristaps Porziņģis, rivelazione della scorsa stagione, finalmente i Knicks potrebbero tornare ad avere una squadra competitiva.

Ci trasferiamo ad Ovest per le altre due partite in programma: Utah Jazz – Portland Trail Blazers e San Antonio Spurs – Golden State Warriors. La prima, alle 4 ora italiana, è la meno interessante della notte. Entrambe le formazioni si giocheranno un posto ai playoff a fine stagione ma è difficile ipotizzarle tra le migliori 4 della proprio Conference.

C’è grande attenzione mediatica, invece, sulla terza ed ultima partita: Spurs e Warriors si affronteranno alla Oracle Arena di Oakland a partire dalle 4.30 in Italia. Gli Spurs hanno perso Tim Duncan, pilastro della franchigia nel nuovo millennio e sembrano meno competitivi rispetto alle ultime stagioni nonostante l’innesto di Pau Gasol, probabilmente arrivato all’ultima possibilità della carriera per fare la differenza. Assieme ai vari Leonard, Aldridge, Parker e Ginobili (nonostante a livello Nba l’età si faccia sentire e non poco) le ambizioni sono ancora una volta quelle di puntare al titolo. Golden State ha rivoluzionato la sua squadra dopo la sconfitta nelle ultime Finals: la grande novità è rappresentata da Kevin Durant, che andrà ad affiancare Steph Curry, Klay Thompson e Draymond Green in una macchina offensiva praticamente perfetta. Da valutare come coach Kerr gestirà la presenza sotto canestro ma l’arsenale a disposizione per affondare qualsiasi avversario con tiri da tre punti e penetrazione è il più incredibile mai visto su un campo da basket. Basterà? Quella di oggi sarà solamente la prima di una lunghissima serie di partite che ci porteranno alla fase più calda della stagione, è tempo di allacciare le cinture di sicrezza.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: By Keith Allison from Hanover, MD, USA (LeBron James) [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top