Antonio Giovinazzi, tra il titolo GP2 e la suggestione della Ferrari

Cgp8xkiWkAAV2yj.jpg

In testa al campionato GP2 da rookie e 7 punti di vantaggio sul compagno di squadra Pierre Gasly, quello su cui ha puntato forte la Red Bull, ad una gara dal termine. Sono questi i pensieri che starà facendo il nostro campione in erba, Antonio Giovinazzi, cresciuto a pane e Michael Schumacher, in vista dell’ultimo round di Abu Dhabi in programma il 27 novembre.

Una stagione da sogno per il pilota di Martina Franca (Taranto) che in questo 2016 sta facendo sognare i tifosi italiani così desiderosi di rivedere nel prossimo futuro un nostro rappresentante in F1. Un’ambizione che anche il 22enne pugliese starà coltivando nel proprio cuore. In attesa di quello che il tracciato arabo sentenzierà, ci si chiede: quale sarà il destino di un rider così talentuoso e che al primo anno nella categoria propedeutica al grande Circus delle quattro ruote ha ottenuto 5 vittorie ed 8 podi?

Le voci che girano nel paddock parlano di un test a bordo della Haas  in una sessione del venerdì di una delle prossime gare, ma vista la situazione interna nel team, con Romain Grosjean ed Esteban Gutierrez che hanno deluso, potrebbero aprirsi le porte della Formula1 già dal 2017. In questo senso, saranno da osservare con attenzione le prossime mosse della Ferrari che, come tutti sanno, ha un rapporto particolare con la Scuderia americana, per la fornitura della power unit 2017, prevista per la prossima stagione.

A Maranello, infatti, dopo aver fatto provare il simulatore al nostro Bon Jovi, come viene soprannominato, potrebbe “approfondire il discorso” e dedicargli un occhio di riguardo un po’ come fatto dalla Red Bull con Max Verstappen e la stessa Mercedes nei confronti di Pascal Werhlein ed Esteban Ocon, piloti della Manor. Pertanto, far debuttare Giovinazzi in un team “Satellite”, potrebbe essere una strategia vincente per far crescere, in esperienza, il nostro portacolori in questione e nello stesso tempo, metterlo nella condizione di avere un percorso preferenziale in direzione “Cavallino Rampante”.

Come è noto, il contratto di Kimi Raikkonen al termine della prossima stagione scadrà e bisognerà vedere se il finlandese avrà ancora le giuste motivazioni per continuare a correre. Si potrebbe dunque prefigurare un’accoppiata esperienza-gioventù Sebastian Vettel-Antonio Giovinazzi tra due anni? Tutto dipende dai futuri programmi della Rossa che ha la possibilità di dare un’impronta più italiana al proprio progetto.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto da profilo twitter Antonio Giovinazzi

Tag

Lascia un commento

Top